Lombardia
SALAME DI VARZI DOP

Scarica in formato PDF Disciplinare SALAME DI VARZI DOP

Salame di Varzi DOP – Lombardia

Il Salame di Varzi è un insaccato, il cui nome è registrato come DOP. Per la produzione del Salame di Varzi sono utilizzati esclusivamente carni di suini che provengono dal Piemonte, dalla Lombardia e dall’Emilia Romagna. Il Salame di Varzi di pezzatura inferiore a 500 g deve essere stagionato almeno 30 giorni.

Caratteristiche qualitative

Il Salame di Varzi si ottiene utilizzando tutte le parti del suino, suddivise in tagli magri e tagli grassi. La parte magra è costituita dalla coppa snervata, lonza, coscia, filetto, spalla disossata, trito di prosciutto, magro di pancetta, trito di bianco e non deve superare i 100 grammi. La parte grassa si compone prevalentemente di grasso di guanciale, lardello, culatello, testate di spalla e non deve superare i 45 grammi di grasso duro.

Specificità e note storiche/gastronomiche

La zona di produzione del Salame di Varzi è caratterizzata da un clima ideale, con aria pura, una flora rigogliosa e assenza di inquinamento. Questo permette una fase di stagionatura lenta e naturale.

Le Denominazioni – DOP, IGP, STG – hanno l’obiettivo di tutelare gli standard qualitativi dei prodotti agroalimentari, salvaguardarne i metodi di produzione, fornire ai consumatori informazioni chiare sulle caratteristiche che conferiscono valore aggiunto ai prodotti. Questo enorme patrimonio informativo per il consumatore è assicurato dal rispetto di disciplinari di produzione.

DOP – Denominazione di Origine Protetta

Questo è il simbolo che contraddistingue i prodotti DOP, i cui colori predominanti sono il giallo e il rosso.

La Denominazione di Origine Protetta è un nome che identifica un prodotto originario di un luogo, regione o, in casi eccezionali, di un determinato Paese, la cui qualità o le cui caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente ad un particolare ambiente geografico ed ai suoi intrinseci fattori naturali e umani e le cui fasi di produzione si svolgono nella zona geografica delimitata.   Attualmente sono stati riconosciuti 577 prodotti con la Denominazione DOP, di cui 170 prodotti agroalimentari e 407 vini.

IGP – Indicazione Geografica Protetta

Questo è il simbolo che contraddistingue i prodotti IGPi cui colori predominanti sono il giallo e il blu.

L’Indicazione Geografica Protetta è un nome che identifica un prodotto anch’esso originario di un determinato luogo, regione o paese, alla cui origine geografica sono essenzialmente attribuibili una data qualità; la reputazione o altre caratteristiche e la cui produzione si svolge per almeno una delle sue fasi nella zona geografica delimitata. Attualmente sono stati riconosciuti 252 prodotti come Indicazioni Geografiche, di cui 134 prodotti agroalimentari e 118 vini.

STG – Specialità Tradizionale Garantita

Questo è il simbolo che contraddistingue i prodotti STG, i cui colori predominanti sono il giallo e il blu.

I prodotti riconosciuti STG seguono specifici metodi di produzione e ricette tradizionali. Materie prime ed ingredienti utilizzati tradizionalmente rendono questi prodotti delle specialità, a prescindere dalla zona geografica di produzione. Attualmente sono state riconosciute tre Specialità Tradizionali Garantite: la Mozzarella, la Pizza Napoletana el’ Amatriciana Tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.