Lazio
PATATA DELL’ALTO VITERBESE IGP

SCARICA IN FORMATO PDF DISCIPLINARE PATATA DELL’ALTO VITERBESE IGP

Patata dell’Alto Viterbese IGP

La Patata dell’Alto Viterbese IGP è un tubero della specie “Solanum tuberosum”, in particolare delle varietà “Monalisa”, “Ambra”, “Agata”, “Vivaldi”, “Finka”, “Marabel”, “Universa”, “Chopin”, “Arizona” e “Agria”. Quando è immessa al consumo, la patata ha la buccia gialla e una polpa bianca. La forma è ovale con un calibro di circa 40/75 mm. Il sapore è intenso e la presenza minima di amido è pari a 10 g.

Metodo di coltivazione

Il terreno è arato a circa 30 cm per consentire all’acqua piovana di penetrare perfettamente. La semina si svolge nel periodo tra il 15 febbraio e il 15 maggio e la raccolta inizia nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 30 settembre e si può effettuare anche con l’ausilio di mezzi meccanici. Dopo la raccolta le patate sono lavate, selezionate e tagliate nei vari formati.

Legame tra il prodotto e il territorio

Le note distintive della patata sono favorite dai seguenti elementi: conformazione del terreno di origine vulcanica e il clima mite e privo di precipitazioni. Queste caratteristiche favoriscono lo sviluppo delle qualità organolettiche del prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.