Emilia Romagna
AGLIO DI VOGHIERA DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE AGLIO DI VOGHIERA DOP

Aglio di Voghiera DOP

La DOP Aglio di Voghiera è una pianta con bulbi luminosi e uniformi di color bianco, unitamente a tuniche sfumate di rosa. La forma del bulbo dell’Aglio di Voghiera è rotondeggiante, regolare, compatta e solo leggermente appiattita. Nel bulbo ci sono numerosi bulbilli perfettamente uniti uno all’altro.

Metodo di coltivazione

Per coltivare l’Aglio di Voghiera, i produttori attuano una coltura di rinnovo con una rotazione di almeno 4 anni. Il terreno viene prima arato alla profondità che va dai 40 ai 50 cm, fresato e concimato. Le semina, secondo quanto regolamentato dal disciplinare, avviene in autunno.

Legame tra il prodotto e il territorio

I tratti peculiari dell’Aglio di Voghiera, come i bulbilli perfettamente adiacenti, derivano dalle particolari caratteristiche del terreno di coltivazione. Il terreno è argilloso e arricchito da sabbie di origine fluviale. Queste condizioni favoriscono il drenaggio sotterraneo delle acque da cui deriva la serbevolezza dei bulbi e la loro forma regolare. Quando è immesso al consumo, l’Aglio di Voghiera si trova nelle seguenti tipologie, tutte rigorosamente accompagnate dal logo DOP: treccia, treccia extra, retino, sacchi, treccina e bulbo singolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.