Veneto
COZZA DI SCARDOVARI DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE COZZA DI SCARDOVARI DOP

Tinca Gobba Dorata IGP

La DOP Cozza di Scardovari riguarda la specie “Mytilus galloprovincialis”. La cozza è un mollusco bivalvo coperto da una conchiglia nera con sfumature viola; la valva all’interno è triangolare, bombata e con le striature concentriche. La nota distintiva della Cozza di Scardovari è il basso contenuto di sodio (inferiore a 210 mg/100 grammi di prodotto) che rende le carni della valva morbide, fondenti e con elevata palpabilità, caratteristiche che la distinguono da tutti gli altri molluschi coltivati in mare aperto.

Metodo di produzione

Una volta effettuata la selezione dei semi, la semina e l’accrescimento si effettuano all’interno della Sacca di Scardovari, dove la cozza sviluppa i suoi tratti peculiari. Le cozze sono collocate ad una profondità di circa 1,5 m, sulle impalcature che formano il vivaio. Quando la Cozza raggiunge la dimensione di 5 cm è raccolta a mano ed è sottoposta ai procedimenti di depurazione e lavaggio. Per evitare di confondere le cozze con altri prodotti non idonei, il prodotto è confezionato non appena uscito dalle vasche di depurazione.

Legame tra il prodotto e il territorio

La Cozza di Scardovari gode di ottima reputazione per le sue qualità organolettiche, nutrizionali e il rapporto tra peso e carne. I tratti peculiari del prodotto sono favoriti dagli elementi ambientali della Sacca di Scardovari, come l’umidità e l’incontro tra correnti di acqua dolce e salata. A questo, si aggiunge l’abilità degli allevatori che, dal 1936, anno di costituzione della prima cooperativa, curano la crescita dei prodotti per esaltarne le qualità.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE COZZA DI SCARDOVARI DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.