Cucina d’Eccellenza
Tagliatelle al nero di seppia con graniglia di pistacchio

Tempo di cottura 30 minuti

Persone 4 pax

Difficoltà: Media

Ingredienti

  • una seppia da circa 800g con il nero;
  • due spicchi d’aglio;
  • olio EVO;
  • 3 pomodori pelati San Marzano;
  • peperoncino a gusto;
  • un bicchiere di vino bianco;
  • due pugni di pistacchi sgusciati;
  • 500 g di tagliolini

Preparazione

Pulite la seppia, facendo attenzione a preservare intatta la sacca di nero, e tagliatela a julienne sottile.

Mettete a scaldare uno spicchio di aglio in camicia in extravergine Terre Rosse e quando l’aglio è ben colorito calateci le seppie, alzate al massimo la fiamma e coprite subito.

Dopo un paio di minuti sfiammate con del vino bianco ed evaporato l’alcool aggiungete i pomodori pelati.

A questo punto incidete le sacche di nero e mettetele nelle pentola. Mischiate fino a quando tutte le seppie non abbiano preso colore e lasciate cuocere per circa 40 minuti complessivi (il nero deve presentarsi di media viscosità), dopodiché togliete e buttate le sacche vuote del nero.

In abbondante acqua salata lessate delle fettuccelle e quando sono al dente calatele nel condimento, ripassando a fuoco basso fino a quando la pasta non si presenti nera e lucida in maniera omogenea. Impiattate spolverando con una granella di pistacchi

Le ricette con questo gustoso liquido semi-gelatinoso si somigliano quasi tutte, essendo nella maggior parte dei casi cotto con base di aglio. Per condire le fettuccelle ho aggiunto anche una granella di pistacchi per dare una nota dolce e chiara a tanto saporito e scuro

La seppia è l’equivalente in mare di ciò che il maiale è in terra ossia da mangiare tutto, senza sprecare niente. Lo sapevano bene i pescatori siciliani e veneti che sono i più famosi utilizzatori della parte più ‘macabra’ della seppia, il nero appunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.