Campania
MARRONE DI SERINO – CASTAGNA DI SERINO IGP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE MARRONE DI SERINO – CASTAGNA DI SERINO IGP

Marrone di Serino IGP

La denominazione IGP “Marrone di Serino»/«Castagna di Serino” è un frutto della specie “Castanea Sativa Miller” o “Castagna Europea”, varietà “Montemarano” detta anche “Santimango” o “Santomango” o “Marrone di Avellino” o “Marrone avellinese”. Il prodotto è immesso al consumo nelle seguenti varietà: fresco, pelato, essiccato in guscio e essiccato intero. Il Marrone ha un pericarpo di colore bruno scuro unito ad una polpa bianca con una consistenza croccante e un gusto dolce.

Metodo di coltivazione

Il Marrone di Serino è coltivato secondo le modalità stabilite dal disciplinare. In particolare, per alimentare il terreno è utilizzato il concime organico. La raccolta dei frutti dura dal 25 settembre fino al 5 novembre e deve essere eseguita a mano o con raccoglitrici meccaniche idonee a preservare l’integrità del prodotto. La produzione massima annua di frutti è fissata in 3 tonnellate per ettaro e, dopo la raccolta, i frutti sono immersi in acqua bollente, sterilizzati, confezionati e immessi al consumo.

Legame tra il prodotto e il territorio

La coltivazione del frutto nella zona di produzione ha origini fin dai tempi dell’Impero Romano, ma solo negli anni ‘50 conobbe il successo grazie alla famiglia Ingino che esportò il frutto negli Stati Uniti. Con la sua bontà, il Marrone di Serino è diventato il protagonista di molte ricette e da 44 anni si celebra la “Sagra della Castagna di Serino”.

L’Italia è il Paese con il maggior numero di prodotti agroalimentari a denominazione di origine e a indicazione geografica riconosciuti dall’Unione europea. Ben 836 prodotti che contribuiscono a rendere l’Italia un Paese unico al mondo.

Una storia di Controllo e Sicurezza

INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA. Il Ministero si impegna quotidianamente, in sinergia con i Consorzi e gli Organi di Controllo, a garantire ai consumatori la qualità prevista nei disciplinari di produzione, attraverso controlli sulla filiera, lotta alla contraffazione, lavoro a fianco dell’intero Ecosistema.

Una storia di Cultura e Tradizione

DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA. Dietro ognuno di questi prodotti vi è una storia di cultura, tradizione e trasmissione di un sapere antico legato ai territori. Il cibo per il nostro Paese costituisce un patrimonio non solo produttivo, ma anche culturale da esplorare.

Una storia di Qualità e Sostenibilità

SPECIALITÀ TRADIZIONALE GARANTITA. Materie di prima scelta, processi ben identificati, eco-sostenibilità, rispetto della biodiversità, sono alcuni degli ingredienti che conferiscono a questi prodotti una qualità unica, riconosciuta da tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.