Vino della Basilicata
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE DOP

Aglianico del Vulture SUperiore DOP – Basilicata

La Denominazione di Origine Protetta “Aglianico del Vulture Superiore” comprende due tipologie di vino: Superiore e Superiore Riserva.

Uvaggio

Devono essere realizzati completamente con uve provenienti da vitigni Aglianico del Vulture N. e/o Aglianico N. Tali uve, inoltre, devono essere prodotte esclusivamente in vigneti tradizionali della zona di produzione. Si tratta di coltivazioni situate su colline di origine vulcanica, ad un’altitudine compresa tra i 200 e i 700 m. s.l.m.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il vino Aglianico del Vulture Superiore ha un colore rosso rubino, tendente al granato, e un odore gradevole e intenso. Il sapore è secco, giustamente tannico, sapido, persistente ed equilibrato. Può presentare un lieve sentore di legno, a seguito di invecchiamento in botti di questo materiale. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 13,50% vol. Il Superiore Riserva, invece, si presenta leggermente diverso nel colore, che assume riflessi aranciati.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è collocata sulle pendici del vulcano Vulture, oggi inattivo. Si trova nella provincia di Potenza, nord della Basilicata.

Specificità e note storiche

Il legame con il Vulture influenza in maniera decisa le caratteristiche di questi vini. La presenza del vulcano inattivo, infatti, rende il terreno particolarmente ricco di specifici elementi chimico-fisici, tra cui il tufo, e disegna un ambiente luminoso e ventilato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.