Ancellotta
Vitigni d’ITALIA

Il vitigno Ancellotta è una varietà di uva a bacca nera originaria dell’Italia. Questo vitigno è ampiamente coltivato nelle regioni vinicole italiane, ed è noto per essere utilizzato principalmente nella produzione di vini rossi. L’Ancellotta è solo uno dei tanti vitigni italiani che contribuiscono alla ricchezza e alla diversità del panorama vinicolo italiano. La sua versatilità nella produzione di vini rossi lo rende una scelta interessante per molti produttori vinicoli

Ecco alcune caratteristiche del vitigno Ancellotta:

1. Caratteristiche della Pianta:

  • Grappolo e Bacca: Gli acini d’Ancellotta sono di dimensioni medie e di forma sferica. I grappoli sono generalmente compatti, e le bacche hanno una buccia spessa, ricca di pigmento.

2. Zona di Coltivazione:

  • L’Ancellotta è coltivata in diverse regioni vinicole italiane, tra cui l’Emilia-Romagna e la Lombardia. È spesso utilizzata in assemblaggi con altre varietà di uva per produrre vini rossi.

3. Caratteristiche del Vino:

  • Colore: I vini prodotti dall’Ancellotta sono noti per il loro colore rosso intenso e profondo.
  • Aromi e Gusto: Gli aromi possono variare, ma spesso si possono trovare note di frutti neri come prugna e ciliegia. In bocca, i vini possono essere corposi, con tannini morbidi e una buona struttura.

4. Utilizzo in Assemblaggi:

  • L’Ancellotta è spesso utilizzata in assemblaggi con altre varietà di uva, come il Lambrusco, per aggiungere colore, struttura e complessità ai vini risultanti.

5. Adattabilità:

  • Questo vitigno è noto per la sua adattabilità a diverse condizioni climatiche e tipi di terreno.

6. Storia e Importanza:

  • L’Ancellotta ha una lunga storia in Italia ed è stata coltivata per secoli. La sua importanza è evidente nella produzione di vini rossi tradizionali.

7. Vinificazione:

  • La vinificazione dell’Ancellotta può includere periodi di macerazione più lunghi per estrarre pigmenti e tannini dalla buccia delle uve.

Vini di Puglia
PRIMITIVO DI MANDURIA DOP

L’odore risulta ampio e complesso e si accompagna ad un sapore caratteristico, che spazia dal secco all’abboccato. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 13,5% vol. Nella variante Riserva, invece, la colorazione si fa rosso intenso, impreziosita da sfumature che tendono al granato. L’odore si conferma ampio e complesso, con la possibile aggiunta di…

Leggi di +

Vini del Piemonte
FREISA di CHIERI DOP

I Freisa di Chieri presentano diverse peculiarità organolettiche ma profumo simile: caratteristico e delicato, con note di lampone, rosa e viola. Il Secco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) è rosso rubino che tende al granato; il sapore è asciutto, a volte vivace e leggermente acidulo, con l’invecchiamento si fa armonico e delicato. Il…

Leggi di +

Vini del Lazio
LAZIO IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) è di colore giallo, che a volte tende al dorato o verdognolo, con profumo fruttato e sapore secco, sapido. Nella variante Vendemmia tardiva (15% vol.), invece, è dorato e ha sapore vellutato. Il passito (16% vol.) tende all’ambra, con sapore dolce. Lo spumante (10% vol.) si…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *