Almanacco del 30 maggio

ALMANACCO del giorno

Eventi Storici:

  1. 1431 – Giovanna d’Arco viene condannata al rogo a Rouen.
  2. 1539 – Hernando de Soto sbarca in Florida.
  3. 1631 – Viene completata la costruzione del Taj Mahal in India.
  4. 1913 – Trattato di Londra: termina la prima guerra balcanica.
  5. 1971 – Lanciato il Mariner 9, la prima sonda spaziale a orbitare intorno a un altro pianeta, Marte.

Nati:

  1. Peter Carl Fabergé (1846-1920), gioielliere russo, famoso per le sue uova di Pasqua Fabergé.
  2. Howard Hawks (1896-1977), regista statunitense.
  3. Benny Goodman (1909-1986), clarinettista e bandleader statunitense.
  4. Mel Blanc (1908-1989), attore e doppiatore statunitense, voce di molti personaggi dei cartoni animati di Warner Bros.
  5. Idina Menzel (1971), attrice e cantante statunitense, famosa per il ruolo di Elsa in “Frozen”.

Morti:

  1. Voltaire (1694-1778), filosofo e scrittore francese.
  2. Juan Díaz de Solís (1470-1516), esploratore spagnolo, primo europeo a navigare il Rio de la Plata.
  3. Joan Miró (1893-1983), pittore e scultore spagnolo.
  4. Inge Lehmann (1888-1993), sismologa danese, scopritrice del nucleo interno della Terra.
  5. Boris Pasternak (1890-1960), scrittore russo, autore di “Il dottor Živago”.

Festività e Ricorrenze:

  • Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla: per sensibilizzare e sostenere la ricerca su questa malattia autoimmune.
  • Festa di San Ferdinando III di Castiglia, re di Castiglia e León, patrono degli ingegneri.

Curiosità:

  • Il 30 Maggio 1975, Alice Cooper si laurea in inglese al Glendale Community College di Phoenix, Arizona.

Aforisma del Giorno: “La vita non si misura dal numero di respiri che facciamo, ma dai momenti che ci tolgono il respiro.” – Maya Angelou

Proverbio del Giorno: “Non tutti i mali vengono per nuocere.”

Santo del Giorno: San Ferdinando III di Castiglia, re di Castiglia e León, noto per aver unificato i regni di Castiglia e León e per le sue campagne contro i Mori in Spagna.

Ricetta del Giorno: Pasta alla Carbonara: Ingredienti:

  • 400g di spaghetti
  • 150g di guanciale
  • 4 uova
  • 100g di pecorino romano grattugiato
  • Sale e pepe nero q.b.

Procedimento:

  1. Cuoci gli spaghetti in abbondante acqua salata.
  2. Taglia il guanciale a strisce e fallo rosolare in una padella fino a renderlo croccante.
  3. In una ciotola, sbatti le uova con il pecorino e abbondante pepe nero.
  4. Scola gli spaghetti al dente e mettili nella padella con il guanciale, mescolando bene.
  5. A fuoco spento, aggiungi il composto di uova e pecorino, mescolando rapidamente per evitare che le uova si cuociano.
  6. Servi subito con una spolverata di pecorino e pepe nero.

Massima del Giorno Divertente: “Non c’è niente di più bello di una persona che ti fa ridere, anche quando pensi che non sorriderai mai più.” – Anonimo

Agnello del Parco di Migliarino-San Rossore PAT Toscana

La carne di agnello del Parco di Migliarino San Rossore è magra e ha consistenza tenera e compatta; la colorazione è rosea, il sapore delicato e un po’ dolce. L’allevamento degli ovini all’interno del parco è prevalentemente di tipo semibrado; l’alimentazione è principalmente a base di fieno, foraggio fresco e cereali. Gli agnelli vengono macellati fra il quindicesimo e il ventesimo giorno di vita.

Continua a leggere

Aneto
Coltivazione BIO

L’aneto (Anethum graveolens L.) è una pianta vigorosa e robusta e quindi di facile coltivazione. L’Aneto apprezza l’esposizione al sole pieno e i terreni ben drenati. Teme i suoli troppo umidi e le male erbe, per cui sono necessarie ripetute sarchiature per tenere libero il terreno attorno alle piante. In Inghilterra è coltivato fin dal XVI secolo.

Continua a leggere

Sensibilità ecologica degli apoidei verso i seminativi!

Frumento duro, mais e frumento tenero sono coltivati in Italia prevalentemente in monosuccessione su vaste estensioni di territorio (seminativi), per lo più in ambito planiziario e collinare. Nei sistemi monocolturali, con presenza di una sola specie o varietà, prevalgono gli ambiti di paesaggio semplificati, caratterizzati dalla quasi completa eliminazione delle bordure, in grado di fornire risorse floreali e siti di nidificazione per gli impollinatori.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *