Piemonte
NOCCIOLA DEL PIEMONTE IGP

Scarica in formato PDF il DISCIPLINARE NOCCIOLA DEL PIEMONTE IGP

NOCCIOLA PIEMONTE IGP

La Nocciola del Piemonte IGP è un frutto dalla cultivar di nocciolo “Tonda Gentile Trilobata”, della specie “Corylus avellana”. Quando è immessa al consumo, la nocciola ha le seguenti caratteristiche: il guscio è color marrone con striature più scure; all’interno, il seme ha una consistenza compatta e croccante e una forma variabile unita a un sapore persistente e intenso.

Metodo di coltivazione

La Nocciola può essere coltivata in due diverse modalità: “a cespuglio” e, solo in alcuni casi, “a monocaule”. La raccolta si esegue con mezzi meccanici e non deve modificare le caratteristiche dei frutti. La nocciola intera in guscio deve essere confezionata entro il 31 dicembre successivo all’anno di raccolta

Legame tra il prodotto e il territorio

La “Nocciola del Piemonte” o “Nocciola Piemonte”, coltivata nell’area definita, è nota fin dal metà del 1800 per le sue pregiate caratteristiche organolettiche che hanno determinato il prestigio indiscusso dell’industria dolciaria piemontese. Infatti nella seconda metà dell’800, con lo sviluppo delle prime industrie dolciarie italiane ed estere iniziò a fiorire in Piemonte il commercio di queste nocciole.Le eccellenti caratteristiche organolettiche della “Nocciola del Piemonte” o “Nocciola Piemonte” accrebbero rapidamente la reputazione del prodotto presso le industrie interessate e ciò sia in Italia che all’estero. Infatti già all’inizio del ‘900 l’esportazione di questo prodotto raggiungeva numerosi paesi europei ed extra europei come Svizzera, Germania, Belgio, Olanda, Cile, San Salvador e Giappone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.