Ontano bianco, Alnus Incana

Caratteristiche botaniche:

Nome comune: Ontano bianco
Famiglia: Betulaceae
Pianta monoica/dioica: monoica
Portamento: arboreo

Ontano Bianco – Alnus incana

Foglie: caduca, semplice e bifacciale. decidue, alterne.

Foglia ovale con apice appuntito e margine dentato.

La pagina superiore è verde scura e liscia , mentre quella inferiore è più chiara e tomentosa

Fiori: infiorescenze unisessuali; infiorescenze maschili in amenti brunastri lunghi 10 cm raggruppati in numero di 3-4 all’apice del rametto;

quelle femminili costituite da amenti ovoidi picciolati lunghi 2-3 cm e riuniti in numero di 3-4. Fioritura da fine febbraio ad aprile

Frutti: achenio brevemente alato

Periodo di dispersione del polline: G F M A M G L A S O N D

Impollinazione: anemofila

Etimologia

Il termine Alnus proviene da Alnus che era il nome latino dell’ontano. L’epiteto specifico incana deriva da bianco, canuto, per il colore della faccia inferiore delle foglie.

Distribuzione Geografica ed Habitat

L’ Ontano bianco è una specie originaria dell’area centrale e nordorientale dell’Europa. La pianta è diffusa in gran parte dell’emisfero settentrionale, dagli Stati Uniti all’Europa e all’Asia nord-occidentale. In Italia è presente sulle Alpi e nel Nord dell’Appennino. Fino alla fine del XX secolo era presente anche lungo il tratto di pianura del fiume Panaro, nella Valle Padana a quote inferiori ai 100 m. l’habitat di questa specie sono spesso le sponde dei corsi d’acqua, nei boschi a livello del mare, nei campi abbandonati e in prossimità di fiumi e laghi, fino a 1200 m di quota.

Raccomandazione:

L’Alnus incana è una specie allergizzante, che diffonde un polline con contenuto allergenico importante, omologo a quello della betulla e del carpino, quindi è consigliabile che la sua piantagione in città sia evitata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.