Malva, Malva sylvestris L.

NOME COMUNE: Malva

Malva

NOME SCIENTIFICOMalva sylvestris L.

FAMIGLIA: Malvaceae

NOMI POPOLARI: Marmetta, Rondella, Nalba, Maleva, Melba, Parmuzza.

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Common mallow, Wood mallow
  • (Fra) Mauve sauvage, Grande mauve
  • (Ger) Wilde Malve
  • (Esp) Malva comun

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta erbacea biennale o perenne, alta fino ad 1 metro con fusto in parte eretto, in parte prostrato densamente ricoperto da peli.
  • Foglie: di forma lobata, più o meno grandi, e pelose.
  • Fiori: di colore rosa-lilla, fioriscono da Maggio ad Agosto.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: il nome deriva dal verbo latino mollire che significa rendere morbido, in relazione alle proprietà emollienti e lenitive della pianta.

NOTE: i principi attivi della pianta si estraggono con l’acqua, quindi bisogna diffidare dagli estratti di Malva a base di alcool.

DOVE SI TROVA

HABITAT: cresce un po’ ovunque. In Italia si trova soprattutto nei luoghi erbosi ed incolti, lungo i fossati e le strade fino a circa 1500 metri.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: i fiori e le foglie si raccolgono prima della completa fioritura della pianta.

UTILIZZO

PARTE UTILIZZATA: foglie e fiori.

COME SI USA IN COSMETICA: la Malva possiede proprietà sfiammanti, lenitive ed idratanti sulla cute per questo i suoi estratti vengono utilizzati in creme e prodotti per pelle arrossata, irritata o secca. Con lo stesso effetto si può applicare anche la tisana sulla pelle attraverso frizioni o impacchi. Molto utili sono gli sciacqui e i gargarismi effettuati con il macerato in caso di afte, stomatiti ed infiammazioni del cavo orale.

COME SI USA IN CUCINA: foglie e fiori teneri possono essere utilizzati per arricchire zuppe, minestre, frittate, insalate e misticanze.

PROPRIETA’ E BENEFICI

COMPONENTI

  • Mucillagini
  • Antociani
  • Flavonoidi
  • Acidi aromatici
  • Tannini
  • Vitamine A, B, B2, C, E
  • Ossalato di calcio, potassio

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà benefiche della Malva sono:

  • Protettiva della mucosa dell’apparato digerente
  • Lassativa meccanica
  • Emolliente e sfiammante delle vie respiratorie

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcuni utilizzi, quando assumerlo e la posologia.

  • Tisana: mettere 2/3 cucchiai di erba secca in 500 ml di acqua a temperatura ambiente e lasciare macerare per 5/6 ore. Filtrare e bere 2/3 tazze al giorno.
  • Estratto secco acquoso: 300-600 mg al giorno.

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Stitichezza, anche nei bambini ed in gravidanza
  • Gastrite
  • Reflusso gastrico ed iperacidità
  • Colite
  • Tosse secca e stizzosa

CONTROINDICAZIONI: pianta priva di tossicità il cui utilizzo è molto sicuro anche nei bambini, in gravidanza ed allattamento. Da evitare l’assunzione contemporanea con farmaci salvavita in quanto le mucillagini potrebbero causare una riduzione del suo assorbimento ed in caso di ipersensibilità individuale alla pianta.

La malva è una pianta ricca di mucillagini dalle proprietà emollienti e lenitive utili in caso di tosse e mal di gola, problemi gastrointestinali e irritazioni cutanee. La malva (Malva sylvestris) è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae molto diffusa in tutte le regioni a clima temperato. Grazie alle sue proprietà emollienti e antinfiammatorie, la malva è utile contro la tosse, ma anche per regolare le funzioni intestinali e per calmare le irritazioni di pelle e mucose. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.