I ristoranti si possono adeguare alle nuove esigenze tramite il design

Sappiamo che il modello di business non funziona e gli spazi non sono sicuri. Questo piano ripensa a come i ristoranti possono funzionare in modo redditizio in futuro. David Rockwell siede nell’Union Square Cafe di New York, che il suo studio omonimo aveva progettato prima dell’era del distacco sociale.

Anche in tempi buoni, i ristoranti operano con margini ridotti. I proprietari combattono affitti ingestibili e lottano per pagare salari esigui, poiché gran parte degli immobili della loro sede rimane inutilizzata per ore ogni giorno.

Ora che i commensali sono minacciati da agenti patogeni presenti nell’aria, la direzione sta trovando difficili mantenere igienici gli spazi, ammesso che siano aperti.

Nobu 57 – New York

Bloomberg Pursuits ha chiesto al Rockwell Group, rinomato per la progettazione di spazi ristoratori come Il Nobu 57 di New York e il Palms Casino Resort di Las Vegas, di condividere una visione del futuro che risolva questi problemi strutturali: un hub polivalente economicamente e ambientalmente sostenibile.

In questi rendering, il ristorante funge da centro comunitario, drogheria e spazio educativo durante il giorno. Di notte, i commensali si siedono a mangiare in casa e i vari componenti possono essere riorganizzati per la privacy e la distanza in mezzo alla comunità.

I ristoranti del futuro saranno più flessibili”, afferma il fondatore David Rockwell. “Un modello come questo rafforza la radice francese della parola “restaurant”, che significa ripristinare!

Daytime – durante il Giorno

relates to Restaurants Can Be Saved Through Design, Says David Rockwell
Illustration: Brown Bird Design

Un mercato multifunzionale e uno spazio comune possono aiutare a garantire la redditività durante le ore non di punta, oltre a dare lavoro a più persone. Contenitori lunghi per la coltivazione di alimenti piccoli, automatizzati e modulari sono impilati in pareti lunghe e sottili in tutta la stanza.

Tali giardini verticali consentirebbero al ristorante di coltivare al chiuso verdure a foglia verde, erbe e fiori commestibili, fornendo agli chef una fornitura per tutto l’anno di ingredienti freschi per ridurre ulteriormente i costi.

Ulteriori giardini pensili possono espandere ulteriormente la produzione agricola urbana. Eventuali eccedenze potrebbero essere messe in kit per pasti o vendute separatamente. Queste “pareti” verdi idroponiche (1) fungono anche da divisori mobili rigogliosi che possono espandere o contrarre le aree di seduta secondo necessità. Ristoranti / negozi come questi offriranno anche una selezione di formaggi, salumi, prodotti da forno e altri prodotti di artigiani locali, in una spaziosa drogheria (2) o tramite una vetrata per asporto (3). Le specialità a rotazione possono attirare gli acquirenti in un chiosco lungo la strada (4). I menu del codice QR e l’ordinazione mobile ridurranno al minimo l’interazione con il server. Al di fuori degli orari di attesa, i tavoli all’aperto facilitano il pranzo da asporto. Nella parte posteriore della sala da pranzo (5), lo spazio può essere convertito in un’aula o in un forum in stile riunione dove si possono insegnare benessere, alimentazione, cucina, ospitalità, davvero qualsiasi cosa.

Nighttime – durante la sera

relates to Restaurants Can Be Saved Through Design, Says David Rockwell
Illustration: Brown Bird Design

Un maitre saluta i commensali in una postazione all’aperto (6). Appena oltre, panche basse e tavolini da caffè immersi nel verde offrono un luogo tranquillo in cui aspettare ed evitare l’accumulo di folla davanti all’ingresso. Stazioni igieniche attraenti (7) con lavandini dimostrano un’attenzione all’igiene. (In questo futuro, la pandemia è passata, ma i ristoranti sono meglio preparati per potenziali problemi di salute.

All’interno, con le pareti verdi riorganizzate, il layout è ora orientato attorno a una cucina a vista centrale (8) nascosta dietro porte scorrevoli in vetro. Ciò aggiunge un’aria vivace nei momenti di ristorazione più tranquilli e rassicura gli ospiti sulle pratiche operative dell’azienda.

Una serie di spazi flessibili per pranzi privati circonda la cucina, in modo che gli ospiti si sentano ancora parte di un’esperienza comune pur essendo fisicamente separati. I carrelli in ogni angolo da pranzo contengono disinfettante per le mani, posate pulite e tovaglioli che possono essere facilmente arrotolati per preparare tavoli che si capovolgono.

Un bancone che attraversa la cucina può ospitare coppie e commensali solisti. La periferia è mantenuta libera in modo che le persone possano circolare facilmente.

I bagni (10) sono dotati di porte automatiche e infissi touch-free.

Le pareti delle finestre che si aprono sulla strada sfumano il confine tra i posti a sedere del patio esterno e l’interno. La ventilazione è ulteriormente assistita da filtri d’aria mobili ad alta efficienza che si muovono nel ristorante per ridurre il particolato.

Fonte @bloomberg.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *