Giardino all’ITALIANA

Le origini del giardino all’italiana

Primo Giardino all’Italiana di Villa Castello

Il giardino all’italiana, detto anche giardino formale, è di ispirazione classica tardo rinascimentale e rappresenta l’evoluzione del giardino medievale. Originariamente, in epoca medievale, il giardino italiano era pensato quasi esclusivamente per essere utile, attraverso la coltivazione di frutta e verdure.

Ma dal Quindicesimo secolo in avanti il giardino inizia a diventare un luogo di piacere e di svago e attraverso l’inserimento di elementi architettonici di ispirazione romana, il prato italiano diventa immagine di ordine e simmetria. Se il giardino del Medioevo era solo utilità, nel Rinascimento diventa bellezza e armonia, luogo di passatempi e di riunioni.

È il giardino in stile italiano ad avere profondamente influenzato la storia del giardinaggio, ed è da esso che traggono ispirazione i giardini francesi e quelli inglesi. Storicamente i primi giardini all’italiana con il loro stile geometrico vengono attribuito a Niccolò Tribolo, che progettò a Firenze i giardini di Boboli, di Villa Castello e di Villa Corsini.

Lo stile

Il giardino all’italiana ha un aspetto molto elegante in quanto contraddistinto da forme geometriche, ordine e simmetria. Statue, fontane, pergolati, pozzi d’acqua e altri elementi architettonici sono le caratteristiche di un tipico giardino italiano. La combinazione di verde e di architettura rende il look del giardino molto formale ed elaborato, ed è sempre presente una zona relax o giardino segreto, nascosto dalla vegetazione circostante, un luogo destinato al riposo e agli incontri sociali.

La concezione del giardino all’italiana prevede che non si debba mai nascondere la vista delle campagne circostanti dalla villa e viceversa, da qui la disposizione laterale o sul fondo dell’abitazione dei filari di alberi alti contrapposti agli arbusti del giardino vero e proprio.  

La vegetazione

Arbusti e siepi sono i principali elementi verdi del giardino all’italiana, sono piantati estesamente in tutto il prato e di solito servono per dividere il giardino in parti tra loro simmetriche, incorniciate e decorate da fontane o altri alberi. Questi ultimi sono piuttosto scarsi e sono in gran parte sostituiti da arbusti e spesso vengono piantati in vasi collocati su ampi piedistalli invece che direttamente in terra.

L’arte topiaria, ovvero l’arte di tagliare e potare le piante per ottenere forme precise, non obbligatoriamente geometriche ma anche figure della natura quali animali ad esempio, è parte integrante dello stile outdoor italiano e spesso questo genere di decorazioni sostituisce l’inserimento nel paesaggio di alberi dal taglio naturale. Attraverso questo genere di potatura nei giardini all’italiana vengono realizzati anche labirinti, tunnel e colonnati.

La parte che fa da sfondo al complesso paesaggistico del giardino all’italiana, nelle ville classiche, è costituita da una natura più “selvaggia”, in contrapposizione all’ordine e alla geometria del giardino centrale, come ad esempio da boschi e distese di alberi da frutto, che mantengono sempre una posizione previlegiata nello stile outdoor italiano.

Il manto erboso è costituito da prato all’inglese alternato a distese di ghiaia colorata.

Giardini di Villa Castello

Le viti e i rampicanti

Nei tradizionali giardini italiani le piante rampicanti come le viti o i sempreverdi come l’edera sono spesso utilizzate per decorare pergolati o tralicci, elementi di design sempre presenti. Anche le erbe aromatiche e le piante da frutto trovano sempre spazio del giardino all’italiana e arricchisco il paesaggio attraverso i loro colori e i loro profumi.

L’acqua

Un altro elemento importante e caratterizzante dello stile outdoor italiano è l’acqua che, attraverso la presenza di laghetti artificiali, piscine in pietra o veri e propri corsi d’acqua, fa da sfondo ed ammorbidisce le forme geometriche di cui il giardino è composto. Sono molto comuni le piscine in pietra di forma rettangolare, a volte arricchite con una fontana al centro. Fontane imponenti e di gusto classico sono utilizzate per migliorare l’aspetto del giardino ed aggiungere un punto focale al suo interno.

Sono tipici dei giardini all’italiana gli impieghi ludici e spettacolari dell’acqua, ad esempio i giochi d’acqua presenti in alcune delle ville più suggestive d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.