Eucalipto rosso, Eucalyptus camaldulensis

Caratteristiche botaniche:

Nome comune: Eucalipto rosso

Eucalyptus Camaldulensis

Famiglia: Myrtaceae

Pianta monoica/dioica: monoica

Portamento: arboreo

Foglie: notevole dimorfismo fogliare, con foglie ovate e orizzontali nelle giovani piante, lunghe, verticali e lanceolate nella pianta adulta, di colore verde bluastro, contengono numerose ghiandole produttrici di sostanze oleose; i piccioli e i giovani rametti sono rossastri

Fiori: giallognoli, odorosi, peduncolati, riuniti in ombrellette peduncolate formate da 5-10 elementi

Frutti: pissidio emisferico di 7-8 mm di lunghezza, che si apre a maturità in 4 valve; contiene numerosi semi di colore bruno

Periodo di dispersione del polline: G F M A M G L A S O N D

Impollinazione: entomofila

L’eucalipto è un genere di alberi e cespugli appartenente alla famiglia delle Myrtaceae. Sono gli alberi più diffusi in Australia. Esistono più di 700 specie di eucalipti di cui la quasi totalità è originaria dell’ Australia. Si trovano però alcune specie anche in Nuova Guinea , Indonesia e Filippine.

Attualmente molte di queste sono coltivate a scopo ornamentale o produttivo nelle zone temperate del continente americano, dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa. Si sono molto diffuse solo in queste zone perché la maggior parte di loro non è rustica. L’eucalipto in realtà è solo uno di tre generi molto simili e vicini che spesso vengono confusi. Gli altri si chiamano Corymbia e Angophora.

Alcuni di questi vengono soprannominati “alberi della gomma” a causa del lattice che fuoriesce se viene incisa la loro corteccia. Il nome eucalipto deriva dal greco e significa “ben nascosto” con riferimento al fatto che i petali inizialmente nascondono il centro del fiore.

Originario della Tasmania, è un albero che può raggiungere 25 m, ma può essere coltivato anche come splendido arbusto mantenendo le dimensioni a circa due metri con opportune potature. Come albero fornisce una leggera ombra, adatta per proteggere esemplari boschivi sistemati ai suoi piedi, la forma arbustiva viene potata annualmente e conserva le foglie tondeggianti di colere grigio-azzurro utilizzate nelle composizioni floreali. Il genere eucalyptus comprende circa settecento specie di alberi ed arbusti sempreverdi, tutti originari del continente Australiano;

Gli esemplari possono essere tenuti negli ambienti interni soltanto per un paio d’anni al massimo a causa della rapidità della crescita. Le varietà di Eucalipto più diffuse nel nostro Paese sono l’Eucalyptus globulus, che può svilupparsi fino a 0,90-1,20 metri l’anno, e l’Eucalyptus gunnii,che rappresenta la varietà più indicata da coltivare in casa perché, in vaso, cresce 30-45 cm l’anno: di conseguenza il trapianto in giardino può avvenire dopo un periodo di tempo più lungo rispetto alle altre specie. Bisogna tenere a mente che questi alberi nel loro habitat naturale raggiungono i 60 metri di altezza. 

Dall’eucalipto rosso si ricava un legno rosso brillante che può variare da un colore rosa chiaro a una tonalità molto scura, a seconda dell’età e delle condizioni ambientali. Il legno è piuttosto friabile e spesso nodoso, quindi è difficile da lavorare.

Il fogliame giovane è ovale, verde azzurrato, diviene lanceolato con l’età della pianta, di colore verde scuro; le piante potate fino ad ottenere grandi arbusti tendono a mantenere la forma giovanile delle foglie. In estate produce piccoli fiori a pompon, di colore bianco o verdastro, seguiti da piccoli frutti tondeggianti, contenenti i semi.

Il fogliame dell’eucalipto contiene un olio essenziale molto aromatico, utilizzato in erboristeria ed anche dall’industria farmaceutica; questi alberi sono conosciuti come alberi della gomma, a causa della linfa che scorre copiosa da ogni taglio fatto nella corteccia. In Italia si coltivano anche altre specie di Eucalipto, come Eucalyptus coccifera, dalla corteccia marrone chiaro, liscia; Eucalyptus globulus, con vistosi boccioli semilegnosi, e fogliame quasi blu-azzurro; Eucalyptus cinerea. In alcune parti d’Italia, come ad esempio in Liguria, gli eucalipti vengono coltivati per ottenere fronde destinate al mercato dei fiori recisi. Possono venire potati anche molto severamente, per mantenere la pianta di dimensioni compatte o per rimuovere parti danneggiate; l’eucalipto tende a svilupparsi senza problemi anche e potato alla base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.