Almanacco del 20 maggio

ALMANACCO del giorno

Eventi Storici:

  • Nel 1498, il navigatore portoghese Vasco da Gama arrivò a Calicut, in India, completando la sua storica circumnavigazione dell’Africa.
  • Nel 1873, Levi Strauss e Jacob Davis ottennero il brevetto per i jeans con i rivetti, dando inizio alla storia di uno dei capi d’abbigliamento più iconici al mondo.
  • Nel 1927, Charles Lindbergh completò il primo volo solitario senza scalo da New York a Parigi, diventando un eroe nazionale negli Stati Uniti.
  • Nel 1961, fu lanciato il primo uomo nello spazio, il cosmonauta sovietico Yuri Gagarin, a bordo della capsula Vostok 1.
  • Nel 2002, il vulcano Etna in Sicilia eruttò, causando danni e spettacolari scenari naturali.

Nati:

  • Nasce nel 1908, James Stewart, leggendario attore americano noto per i suoi ruoli in film come “Vita col padre” e “La finestra sul cortile”.
  • Nasce nel 1946, Cher, iconica cantante e attrice americana vincitrice di numerosi premi, inclusi un Oscar e un Grammy.

Morti:

  • Nel 1506, muore Cristoforo Colombo, l’esploratore italiano noto per aver “scoperto” l’America nel 1492.
  • Nel 2013, ci lascia Ray Manzarek, cofondatore e tastierista dei leggendari Doors.

Festività e Ricorrenze: Nessuna festività particolare è nota per questo giorno.

Curiosità:

  • Il 20 Maggio è anche conosciuto come la Giornata Mondiale delle Api, un’occasione per sensibilizzare sul ruolo vitale che svolgono le api nell’ecosistema.

Aforisma del Giorno: “La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.” – Fernando Pessoa

Proverbio del Giorno: “Chi semina vento, raccoglie tempesta.”

Santo del Giorno: San Bernardino da Siena, religioso italiano del XV secolo noto per la sua predicazione e la sua devozione al Nome di Gesù.

Ricetta del Giorno: Insalata di frutta fresca – Un’esplosione di freschezza e sapore con frutta di stagione tagliata a cubetti e condita con succo di limone e miele.

Massima del Giorno Divertente: “La dieta inizia domani… o forse il giorno dopo… o, sai cosa? Meglio iniziare lunedì prossimo!”

Gleditsia triacanthos

Resiste al vento e alla salsedine, è quindi piantato lungo le strade in località marittime e in città. Grazie al rapido ritmo di crescita e alla sua tolleranza a cattive condizioni ambientali, viene utilmente impiegato per piantumare aree verdi appena costituite (edilizia nuova, discariche, miniere abbandonate). Resistente all’inquinamento atmosferico, vive in qualsiasi terreno ben drenato ed a pieno sole; è adatto per grandi giardini; evitare posizioni fredde, soggette a forti gelate. Ne esiste anche una cultivar senza spine.

Continua a leggere

Scarola bianca riccia schiana PAT Campania

La scarola bianca riccia schiana, detta anche “paparegna”, è un tipo di scarola coltivata nell’intero territorio provinciale napoletano; fa, infatti, parte delle produzioni ad altissima intensità colturale, patrimonio dell’agro sarnese nocerino riconosciute e richieste dai consumatori più attenti dell’area napoletana. è molto rustica e presenta un cespo grosso e pieno con foglie dal sapore croccante e leggermente amarognolo. Si produce in autunno o inverno ed i suoi cespi, quindici giorni prima della raccolta, vengono legati con paglia, giunchi o rafia per l’imbiancamento, operazione che deve essere effettuata dopo circa 10 giorni e dopo una giornata soleggiata in modo che le foglie interne siano asciutte ed evitare che possano marcire in alcuni punti. è detta “riccia” e “schiana”, cioè “piana” perché presenta una foglia larga ma dai margini molto frastagliati. è l’ingrediente fondamentale per la preparazione della pizza di scarole.

Continua a leggere

Olio extravergine di oliva monovarietale Sargano di Fermo PAT Marche

Albero di elevata vigoria, a portamento mediamente assurgente; chioma voluminosa ad elevata densità, con rametti a frutto sottili e penduli; internodi di lunghezza media, foglie lunghe, strette e sottili, di medie dimensioni. La pianta entra in produzione piuttosto precocemente. La produttività è elevata, tendenzialmente alternante. Il frutto è di piccole dimensioni (peso 1-1,5 g), di forma ellissoidale. La resa in olio è bassa, con inolizione precoce. L’invaiatura è tardiva e scalare; il colore dei frutti va dal verde chiaro al violaceo scuro lenticellato. La consistenza della polpa e la resistenza al distacco diminuiscono progressivamente con la maturazione. Il periodo ottimale di raccolta cade intorno alla metà di novembre. L’olio è di un buon fruttato equilibrato, prevalentemente dolce, leggermente piccante e amaro al retrogusto, di colore giallo, con buon contenuto in polifenoli, scarso contenuto in acido oleico e basso rapporto insaturi-saturi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *