Un approccio integrato alla transizione delle città alla NET zero emissioni di carbonio

1. Attuazione dell’efficienza sistemica opportunità:

Nel decennio a seguire, le città interessate dovrebbero concentrarsi aumentare le energie rinnovabili e l’elettrificazione del consumo finale di energia, utilizzando la digitalizzazione per integrare i sistemi – ad esempio, da ottimizzare la domanda di energia per una maggiore flessibilità, accelerare la transizione alla mobilità elettrica e decarbonizzazione riscaldamento e raffrescamento. Dovrebbero concentrarsi anche sulla riduzione dell’uso del suolo e dei trasporti consumo attraverso pratiche di crescita intelligente mirando a creare una forma urbana compatta.

2. Collaborazione lungo tutta la catena del valore della città:

Cooperazione pubblico-privato tra vari settori – infrastrutture, proprietari di immobili e sviluppatori, mobilità, attrezzature e fornitori di tecnologia e utilità – creeranno un sistema più integrato e ottimizzato. Città e politiche e meccanismi di finanziamento a livello nazionale dovrebbe supportare queste opportunità.

Opportunità per il decennio a venire

Per accelerare il passaggio verso città a zero emissioni di carbonio, queste opportunità sono state identificate come priorità per consentire l’efficienza sistemica.

1- Migliorare la produttività energetica
  • Efficienza degli edifici: rafforzare il supporto per smart retrofit di efficienza e progetti di energia rinnovabile, con a concentrarsi su famiglie a basso reddito, quartieri e immobili commerciali.
  • Elettrodomestici intelligenti ed efficienti: aumentare la diffusione di elettrodomestici intelligenti ed efficienti come i condizionatori d’aria.
  • Batterie solari distribuite e dietro il contatore: Combinando solare distribuito con batterie su piccola scala per avvicinare la generazione alla domanda, quindi riducendo Perdite del sistema T&D (Trasmissione e Distribuzione).
2 – Elettrificazione di veicoli personali, flotte e trasporto pubblico
  • – Politiche e regolamenti: zone ad aria pulita, veicolo ICE nazionale eliminazioni graduali delle vendite e standard di emissioni dei veicoli migliorati. Sinergie intersettoriali, ovvero mobilità elettrica e operatori di utilità investire in infrastrutture per veicoli elettrici e ricarica intelligente. Pianificazione permesso e regolamento edilizio per supportare il punto di ricarica EV installazione. Segnali di prezzo efficienti che completano la curva di offerta, che consente nuovi flussi di entrate (ad es. servizi ausiliari).
  • Sponsorizzazione, cofinanziamento o sussidi per BEV (Battery Veicoli elettrici) e distribuzione dei punti di ricarica.
  • Sviluppo tecnologico per consentire prezzi e roll dinamici di caricabatterie intelligenti con capacità V2G / V2H / V2B.
3 – Limitare il ruolo dei combustibili fossili
  • Teleriscaldamento e teleraffrescamento (DHC): Reti sotterranee tubi di acqua calda o fredda isolati che servono più edifici all’interno di un quartiere, creando sinergie nella fornitura di riscaldamento, raffreddamento, acqua calda sanitaria / industriale ed elettricità.
  • Elettrificazione del riscaldamento: uso flessibile delle pompe di calore, potenzialmente connesso a reti di teleriscaldamento. Adattamento prezzi dinamici per le pompe di calore possono incoraggiare i clienti a farlo spostare i carichi di riscaldamento in orari non di punta.
4 – Ottimizzazione della domanda per soddisfare la curva di offerta
  • Prezzi dinamici, tariffe ToU (Time of Use) e domanda risposta: può aumentare la partecipazione dei clienti, ridurre ulteriormente eolica e solare e risparmiare denaro per i clienti.
  • Aggregazione: crea nuovi incentivi e programmi che incoraggiare l’aggregazione da DER per fornire il carico di picco e gestione della congestione e servizi di supporto della tensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.