Smart Zero Carbon City

Thanks to @sven_hornburg

L’obiettivo principale di SmartEnCity è quello di sviluppare un approccio sistemico altamente adattabile e replicabile verso la trasformazione urbana in ambienti sostenibili, intelligenti ed efficienti in termini di risorse attraverso la pianificazione e l’implementazione integrate di misure volte a migliorare l’efficienza energetica nei principali settori di consumo delle città Europee, aumentando la loro fornitura di energia rinnovabile e dimostrarne i benefici.

Il concetto alla base della proposta è il concetto di Smart Zero Carbon City, in cui l’emissione di anidride carbonic della città e la domanda di energia siano ridotte al minimo attraverso l’uso di tecnologie di controllo della domanda che consentono di risparmiare energia e promuovere una maggiore consapevolezza;

l’approvvigionamento energetico è interamente rinnovabile e pulito; e le risorse energetiche locali sono gestite in modo intelligente da cittadini consapevoli, nonché da parti interessate pubbliche e private coordinate.

Questo approccio verrà innanzitutto definito in dettaglio e attuato nelle tre città che faranno, da apripista (Vitoria-Gasteiz in Spagna, Tartu in Estonia e Sonderborg in Danimarca). Le tre città svilupperanno una serie di azioni coordinate volte a una significativa riduzione della domanda del patrimonio edilizio residenziale esistente attraverso azioni di retrofitting a basso consumo energetico a livello distrettuale.

Aumento della quota FER di approvvigionamento energetico, sfruttando ampiamente i potenziali locali. Migliorare l’uso dell’energia pulita nella mobilità urbana, sia per i cittadini che per i beni, mediante un ampio dispiegamento di veicoli e infrastrutture verdi.

È previsto un ampio uso delle TIC per ottenere integrazione e coerenza nella pianificazione e attuazione delle demo e per consentire ulteriori vantaggi e un coinvolgimento dei cittadini.

Queste azioni saranno allineate ai piani urbani integrati (IUP) specifici per città e il processo sarà replicato in due città come esempio: Lecce, (Italia) e Asenovgrad (Bulgaria) per garantire l’adattabilità e massimizzare l’impatto del progetto. Inoltre, verrà istituita una rete Smart Cities per supportare la replica di progetti su scala europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.