Modernizzazione facciata FEMSA sede centrale della Coca Cola a Monterrey, MESSICO

Risparmio energetico per architetture sostenibili

La sede centrale di Femsa a Monterrey, in Messico, è il principale impianto di imbottigliamento di Coca-Cola a livello mondiale.

Questa soluzione di facciata ventilata consiste nell’integrare una doppia pelle di vetro fotovoltaico la cui struttura di montaggio non è visibile dall’interno dell’edificio.

A tal fine, sono stati progettati su misura 400 moduli in vetro di silicio grigio amorfo di grandi dimensioni, con un grado di semitrasparenza del 20%.

Il vetro fotovoltaico della facciata genera circa 17.200 kWh e impedisce l’immissione in atmosfera di oltre 11 tonnellate di CO2.

Inoltre, la soluzione per facciata ventilata è senza dubbio una soluzione costruttiva ottimale dal punto di vista dell’efficienza energetica.

È stato infatti stimato che il risparmio energetico derivante dal notevole isolamento prodotto da questa soluzione costruttiva possa arrivare fino al 40% del fabbisogno energetico dell’edificio.

Sommando i risparmi, la possibilità di generare energia pulita e gratuita dal sole tramite il vetro fotovoltaico, rende la facciata una delle soluzioni costruttive più efficaci sul mercato.

Questo progetto è incluso nelle numerose iniziative dirette e sviluppate da FEMSA / Coca-Cola nella loro ricerca sia della sostenibilità aziendale che della responsabilità sociale d’impresa.

“Lavorare a questo progetto con una delle imprese all’avanguardia del vetro fotovoltaico è stata un’esperienza gratificante”, ha affermato Alfredo de la Rosa, Responsabile dei lavori civili interni, FEMSA.

“Entrambe le società hanno accettato la sfida di realizzare la prima facciata in vetro fotovoltaico del Messico a tempo di record, e il risultato è stato più che soddisfacente.

Come in tutti i nostri progetti, lavorare con aziende specializzate di prim’ordine è una garanzia di successo “.

Grazie all’installazione di soluzioni fotovoltaiche integrate negli edifici, i moduli in vetro solare hanno portato la struttura a ridurre il 24% della domanda HVAC, con un tasso di rendimento interno del 110% e un periodo di ammortamento inferiore a un anno.

La flessibilità nella personalizzazione insita in questa tecnologia rivoluzionaria ha consentito a questa struttura di livello mondiale di raggiungere i più alti standard di sostenibilità a livello internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.