GEOTERMIA – Linee guida
2. Ricognizione preliminare

Scarica in formato PDF Linee guida per l’utilizzo della risorsa GEOTERMICA

Vedi anche INQUADRAMENTO NORMATIVO ENERGIA GEOTERMICA

Geotermica Energia pulita
GEOTERMIA LINEE GUIDA
  1. Introduzione
  2. Ricognizione preliminare;
  3. Esplorazione di superficie;
  4. Perforazione;
  5. Studio di fattibilità;
  6. Tutela del suolo e della risorsa idrica;
  7. Qualità dell’aria;
  8. Monitoraggio e controllo del campo geotermico, della microsismicità, della subsidenza e delle pressioni di poro;
  9. Requisiti per il riconoscimento di impianto pilota sperimentale per produzione di energia elettrica.

Ricognizione preliminare

Lo scopo della fase di ricognizione preliminare è quello di appurare se la zona di interesse possieda le condizioni e le caratteristiche geologiche idonee per la presenza di sistemi geotermici economicamente utilizzabili, prioritariamente per la produzione di energia elettrica.

Una volta accertato che la zona di interesse effettivamente possiede i requisiti per un possibile rinvenimento di risorse geotermiche utilizzabili, è necessario verificare la possibilità di ottenere i necessari permessi e, nell’ipotesi che il progetto possa essere realizzato, stabilire in che modo l’energia prodotta può essere inserita nel contesto delle infrastrutture energetiche esistenti.

Informazioni di carattere generale da raccogliere durante l’indagine preliminare riguardano:

  • il mercato dell’energia elettrica, con particolare riferimento ad eventuali particolari condizioni tariffarie per l’energia elettrica prodotta da fonte geotermica;
  • possibilità di utilizzo della risorsa geotermica anche per il riscaldamento di edifici (scuole, privati, ecc.) ed attività industriali/commerciali (serre, stabilimenti, ecc.) limitrofi;
  • condizioni delle infrastrutture (accessibilità alla rete elettrica), principali vie di comunicazione, rete di telecomunicazioni, disponibilità di acqua, ecc.);
  • legislazione vigente in materia e quadro delle istituzioni competenti;
  • aspetti ambientali e accettabilità sociale;
  • raccolta ed interpretazione di informazioni provenienti da indagini aeree e satellitari;
  • informazioni da letteratura (studi, pubblicazioni, ricerche, ecc.), informazioni di carattere geologico e idrogeologico, segnalazioni storiche di manifestazioni geotermiche;
  • acquisizione di dati da precedenti ricerche, con acquisizione di informazioni anche da eventuali pozzi perforati nell’area di interesse.

Scarica in formato PDF Linee guida per l’utilizzo della risorsa GEOTERMICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.