Barbabietola rossa

   NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

Proprietà, valori nutrizionali, calorie

Delle barbabietole si possono mangiare le foglie (più ricche di nutrienti) e la radice. Quelle in commercio sono cotte al vapore, anche se sarebbe meglio consumarle crude, grattugiate in una insalata mista.

La fibra della barbabietola svolge un’azione positiva sulla funzionalità intestinale.

È UTILE IN CASO DI

cancro, colesterolo alto; demineralizzazione; disfunzioni epatiche; nervosismo; stitichezza.

La barbabietola è sconsigliata ai diabetici a causa dell’alta percentuale di zuccheri che contiene

La barbabietola rossa (Beta vulgaris), appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae ed è utile per cuore, fegato, colon e apparato vascolare. Scopriamola meglio.

Proprietà della barbabietola rossa

La barbabietola rossa è ricca di acqua e contiene proteine, fibra alimentare, diverse vitamine, in particolare del gruppo B, e una buona quota di sali minerali, soprattutto potassio, sodio, calcio, ferro e fosforo. È ricca anche di zuccheri e, per questo motivo, non è un alimento particolarmente adatto a chi soffre di diabete.

Ha proprietà rimineralizzanti e rinfrescanti; il suo consumo è quindi consigliato alle persone indebolite o convalescenti. Ha, inoltre, un blando potere antinfiammatorio a carico dell’apparato digerente.

La presenza di antociani, un antiossidante, apporta benefici al cuore e alla microcircolazione.
Bere succo di barbabietola rossa aiuta a combattere l’ipertensione e l’anemia.

Calorie e valori nutrizionali della barbabietola rossa

100 g di barbabietola rossa contengono 19 kcal / 79 kj.

Inoltre, in 100 g di prodotto troviamo:

  • Acqua 91,30g
  • Carboidrati disponibili 4g
  • Zuccheri 4g
  • Proteine 1,10g
  • Grassi tracce
  • Fibra totale 2,60g
  • Sodio 84mg
  • Potassio 300mg
  • Ferro 0,40mg
  • Calcio 20mg
  • Fosforo 21mg
  • Vitamina B1 0,03mg
  • Vitamina B2 0,02mg
  • Vitamina B3 0,20mg
  • Vitamina C 7mg

Barbabietola rossa, alleata di

Colon, sistema cardiocircolatorio, cuore, fegato

Curiosità sulla barbabietola rossa

  • Il caratteristico colore rosso delle radici della barbabietola è dato dalla presenza di un colorante naturale molto intenso, utilizzato soprattutto nell’industria alimentare (E 162).
  • La barbabietola rossa, detta anche rapa rossa, è conosciuta sin da tempi antichissimi, ancora prima dell’era Cristiana.
  • Della barbabietola si consuma prevalente la radice, ma anche le foglie sono ottime per la propria ricchezza di vitamine; è dunque consigliato mangiare entrambi le parti.

Fonte @cure-naturali.it

L’utilizzo di rimedi naturali, come quelli descritti, per problemi di salute di un certo peso, non può che essere un coadiuvante, magari per calmare i sintomi, e non deve escludere quindi il ricorso ai medicinali di sintesi! Prima di qualsivoglia cura fai da te ASCOLTATE SEMPRE IL VOSTRO MEDICO CURANTE. Leggi le avvertenze d’uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *