Vini di Puglia
BRINDISI DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Brindisi” comprende le seguenti tipologie di vini: Rosso (anche novello e spumante) rosato (anche spumante), bianco (anche spumante), Negroamaro (anche riserva, rosato e rosato spumante), Susumaniello, Chardonnay (anche spumante), Malvasia bianca (anche spumante), Fiano (anche spumante), Sauvignon (anche spumante).

Uvaggio

Rosso e rosato hanno almeno il 70% di Negroamaro, con cui possono concorrere, fino al tetto del 30%, le uve dei vitigni Malvasia nera di Brindisi, Susumaniello, Montepulciano, Sangiovese e altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione in Puglia. Il Negroamaro base, rosso e rosato invece, sono costituiti da almeno l’85% di Negroamaro, per il Susumaniello invece c’è bisogno di almeno l’85% di Susumaniello, il bianco quindi è composto da almeno l’80% di Chardonnay e Malvasia bianca, assolute o congiunte. Per questi vini possono concorrere uve di vitigni a bacca di colore analogo (massimo 20%). Per lo Chardonnay, il Malvasia bianca, il Fiano e il Sauvignon è richiesto almeno il 90% di uve del vitigno analogo, in concorso con uve di vitigni a bacca di colore analogo (massimo 10%).

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini rossi, rosso base, Negroamaro, Susumaniello, Novello, (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) hanno un colore rosso rubino più o meno intenso, caratteristico, con possibili riflessi violacei (Susumaniello); l’odore è etereo, intenso e gradevole; il sapore è caratteristico, leggermente vinoso e con note fruttate. I rosati (vol. 12% per i base e 11,5% per gli spumante) hanno un colore più o meno intenso, l’odore presenta note fruttate, delicate e vinose, il sapore risulta armonico e delicato. Le versioni spumante hanno spuma fine e persistente. I vini bianchi (vol. 11% base e 11,5% spumante) sono caratterizzati da un colore giallo paglierino più o meno intenso, l’odore è delicato, leggermente fruttato, con possibili note di lievito, il sapore va dal fresco e armonico, al sapido, all’extrabrut. Le versioni spumante hanno spuma fine e persistente.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione del “Brindisi” è caratterizzata dalla presenza di suoli profondi e argillosi, favorevoli a trattenere buone quantità di acqua.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola nell’area del “Brindisi” si è sviluppata maggiormente agli inizi del ‘900, grazie ai primi produttori che ne intuirono le potenzialità.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE BRINDISI DOP

Vini di Puglia
ALEZIO DOP

a versione rossa (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) ha un colore rosso rubino, con leggeri riflessi arancioni se invecchiato, l’odore è vinoso quando è giovane, e etereo e ricco di bouquet se invecchiato; il sapore è asciutto, caldo, con retrogusto amarognolo e lievemente tannico; Il rosato (12% vol.) invece ha un colore rosa…

Leggi di +

Vini di Puglia
MOSCATO DI TRANI DOP

Il Dolce Naturale (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12,5% vol.) è un vino giallo dorato, che si presenta con un profumo caratteristico, capace di liberare un aroma intenso. Il sapore è dolce, vellutato e armonico. Nella variante Liquoroso (18% vol.), invece, la tonalità può spaziare dal dorato all’ambrato e si accompagna ad un profumo intenso…

Leggi di +

Vini di Puglia
BRINDISI DOP

I vini rossi, rosso base, Negroamaro, Susumaniello, Novello, (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) hanno un colore rosso rubino più o meno intenso, caratteristico, con possibili riflessi violacei (Susumaniello); l’odore è etereo, intenso e gradevole; il sapore è caratteristico, leggermente vinoso e con note fruttate. I rosati (vol. 12% per i base e 11,5%…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.