Vini di Liguria
COLLINE SAVONESI IGP

L’IGP “Colline Savonesi” comprende tre tipologie di vini: bianchi (anche nelle tipologie frizzante e passito), rossi (anche nelle tipologie frizzante, passito e novello) e rosati. Inoltre è prevista l’indicazione in etichetta di alcuni vitigni.

Colline Savonesi IGP

Uvaggio

L’IGP “Colline Savonesi” con la specificazione “Alicante” e “Lumassina”, sono composti da uve appartenenti, in misura almeno pari all’85%, dal corrispondente vitigno. Possono concorrere alla produzione di questi vini anche uve di vitigni con colore analogo, purché idonei alla coltivazione nella regione Liguria, fino ad un massimo del 15%. Qualora l’IGP “Colline Savonesi” riporti la specificazione “Lumassina” (nota anche come “Buzzetto” o “Mataosso”), la produzione può riguardare anche la tipologia frizzante.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco (10,00% vol.), anche frizzante, è di color giallo più o meno intenso, con un odore delicato e un gusto fresco ed equilibrato; la tipologia passito (10,00% vol.) si differenzia per il colore giallo dorato ed un sapore persistente. Il rosso (10,00% vol.), anche frizzante, ha un colore più o meno intenso, abbinato ad un profumo delicato e un sapore equilibrato; la versione novello ha un colore rubino più o meno carico e un profumo vinoso accompagnato da un sapore fresco ed equilibrato; il rosato (10,00% vol.), invece, ha un profumo delicato. Infine, la tipologia “Lumassina” (10,00% vol.) presenta un colore giallo (più o meno intenso) con riflessi verdognoli, insieme ad un profumo fresco ed erbaceo accompagnato da un sapore caratteristico e fresco.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione ricade nella parte occidentale della Regione Liguria, in provincia di Savona,comprendendo un territorio di vasta entità che racchiude i comuni della provincia con vigneti situati per la maggior parte in media-alta collina. Il prodotto deve le sue caratteristiche alle condizioni pedoclimatiche della zona, che favoriscono la crescita di alcune cultivar di viti non riscontrabili in altre aree.

Specificità e note storiche

Furono i marinai e i commercianti, nell’Alto Medioevo, a introdurre la vite nell’area. Tornando dai loro viaggi, importavano le cultivar da altri territori, le selezionavano e ne miglioravano la resa attraverso innovative tecniche agricole come i terrazzamenti e i muretti a secco.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLINE SAVONESI IGP

Vini di Liguria
ORMEASCO DI PORNASSIO o PORNASSIO DOP

Una tonalità rubino estremamente viva è il carattere distintivo dell’aspetto del Pornassio rosso (11% vol.); l’odore è caratteristico, persistente e vinoso; il sapore risulta asciutto, gradevole, di medio corpo e attraversato da una vena amarognola. Più delicato, invece, il profumo della variante Superiore, che al palato ha un gusto che si presenta secco, persistente, arricchito…

Leggi di +

Vini di Liguria
TERRAZZE DELL’IMPERIESE IGP

Il bianco (10,50% vol.), anche frizzante, è color giallo più o meno intenso con profumo delicato e sapore fresco, equilibrato. La versione passito (13% vol.) si distingue per il colore giallo dorato, l’odore intenso, persistente e il gusto equilibrato. La tipologia rosso (10,50% vol.) ha color rosso rubino e/o granato, abbinato a profumo delicato e…

Leggi di +

Vini di Liguria
COLLINE SAVONESI IGP

Il bianco (10,00% vol.), anche frizzante, è di color giallo più o meno intenso, con un odore delicato e un gusto fresco ed equilibrato; la tipologia passito (10,00% vol.) si differenzia per il colore giallo dorato ed un sapore persistente. Il rosso (10,00% vol.), anche frizzante, ha un colore più o meno intenso, abbinato ad…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.