Vini dell’Emilia Romagna
COLLI D’IMOLA DOP

“Colli d’Imola” è una Denominazione di Origine Protetta che identifica vini bianchi, anche frizzante e superiore, e rossi, anche in novello e riserva. In alcuni casi, la denominazione è accompagnata da specifica del vitigno di produzione: Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Barbera, Trebbiano, Chardonnay.

Colli d’Imola DOP

Uvaggio

I vini Colli d’Imola, sia bianchi che rossi, sono prodotti a partire da uve provenienti da vigneti composti da uno o più vitigni a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione in Emilia Romagna. Per i vini Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Barbera, Trebbiano e Chardonnay, invece, è previsto che venga utilizzata una quota minima dell’85% di uve provenienti dal corrispondente vitigno, unite poi a quelle di altri vitigni idonei, sempre a bacca di colore analogo.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Colli d’Imola bianco (anche Frizzante e Superiore) è giallo paglierino, con odore vinoso e leggermente fruttato; il sapore è secco, abboccato, amabile e dolce, e nel Superiore si fa di giusto corpo, asciutto e armonico. La gradazione alcolica è di 11% vol. (11,5% vol. per il Superiore). Per il Rosso e il Rosso Riserva (11,5% vol.), invece, il colore è rubino, con riflessi granati dovuti all’invecchiamento; l’odore è vinoso e intenso, abbinato ad un sapore secco, che nella versione base si presenta abboccato, amabile e dolce. Più fruttato il profumo del Rosso novello (11% vol.), che ha un gusto asciutto, rotondo, sapido e armonico. Infine, i vini bianchi e rossi con indicazione di vitigno, aggiungono alle caratteristiche elencate gli elementi organolettici tipici della loro provenienza.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è localizzata all’interno di soli sette comuni, tutti in provincia di Bologna.

Specificità e note storiche

Le prime tracce della viticoltura nella zona dei Colli d’Imola risalgono al periodo medievale e più precisamente al 1300. È nel 1800, però, che si assiste ad un progressivo sviluppo, facilitato anche dall’introduzione nelle coltivazioni di vitigni stranieri.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLI D’IMOLA DOP

Vini dell’Emilia Romagna
COLLI PIACENTINI DOP

In linea generale, sotto il profilo delle caratteristiche qualitative, i vini Colli Piacentini possono essere raggruppati in due aree: i rossi e i bianchi, con i primi che presentano una gradazione alcolica maggiore. Le tipologie di uve utilizzate e i terreni in cui crescono i vitigni trovano ottima espressione in vini frizzanti, pur non mancando…

Leggi di +

Vini dell’Emilia Romagna
COLLI BOLOGNESI DOP

Tutti i vini della denominazione Colli Bolognesi, siano essi bianchi o rossi, presentano un carattere assolutamente equilibrato dal punto di vista delle caratteristiche chimico-fisiche. La gradazione alcolica è ricompresa tra 11% vol. e 12,5% vol. Odori, aromi e gusto, invece, riprendono le peculiarità del vitigno di riferimento, come puntualmente indicato all’interno del disciplinare.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *