Vini delle Marche
COLLI PESARESI DOP

“Colli Pesaresi” è una Denominazione di Origine Protetta. Vi rientrano: bianco, rosso, rosato, spumante, Biancame, Trebbiano e Sangiovese. Quest’ultimo è prodotto anche nelle tipologie riserva e novello. Inoltre, sono previste anche possibili indicazioni di sottozona in etichetta, come specificate nel disciplinare.

Colli Pesaresi DOP

Uvaggio

Il bianco e lo spumante si ottengono da uve provenienti da vitigni Trebbiano toscano (localmente chiamato Albanella), Verdicchio, Biancame, Pinot grigio, Pinot nero, Riesling italico, Chardonnay, Sauvignon, Pinot bianco. Possono essere utilizzati da soli o congiuntamente e comunque per una quota non inferiore al 75%. Rosso e rosato, invece, hanno un minimo del 70% di Sangiovese. Nel caso di Biancame, Trebbiano e Sangiovese il vitigno di riferimento deve rappresentare l’85% del totale, mentre più variabili sono le quote previste per i vini con sottozone, per le quali si rimanda al disciplinare. Infine, è bene sottolineare che, in tutte le tipologie, a concorrenza della quota restante, possono essere utilizzati altri vitigni a bacca analoga, non aromatici, coltivabili nelle Marche.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Colli Pesaresi bianco è un vino leggero e fresco, con gusto gradevole che non stanca al palato. Il colore è giallo paglierino e i profumi richiamano la ginestra e i fiori bianchi. Se la coltivazione delle uve avviene lungo la costa, la sapidità del vino aumenta. Ciò che fa emergere il rosso, invece, è la sfumatura violacea che impreziosisce la tonalità rubino e che con l’invecchiamento vira sul granato. L’odore è vinoso e morbido, al sapore risulta secco e asciutto. Infine, nei vini con indicazione di vitigno o di sottozona, le caratteristiche organolettiche, ben delineate dal disciplinare, sono adatte a questo tipo di test.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione interessa il territorio dei comuni collocati nella provincia di Pesaro e Urbino.

Specificità e note storiche

Fu Plinio uno dei primi a parlare della viticoltura nella zona del pesarese, facendo addirittura riferimento a ben 100 viti che vi venivano coltivate.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLI PESARESI DOP

Vini delle Marche
I TERRENI DI SANSEVERINO DOP

Il Rosso e il Rosso superiore sono di colore rubino (con un’intensità maggiore nel Superiore) e presentano odore gradevole e complesso e un gusto, sapido, armonico e caratteristico. La gradazione alcolica è di 12% vol. nel base e 12,5% vol. nel Superiore. Il rosso passito (15,5% vol.), invece, si presenta di una tonalità rubino più…

Leggi di +

Vini delle Marche
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI DOP

superiore. Passito e Spumante, invece, hanno caratteristiche organolettiche leggermente differenti. Il Passito (15% vol.) è di colore giallo paglierino intenso, che tende all’ambrato; l’odore è caratteristico e intenso e il sapore armonico e vellutato, da amabile a dolce. Lo Spumante presenta la medesima tonalità paglierina, arricchita però da riflessi verdolini; l’odore è delicato, fine, ampio…

Leggi di +

Vini delle Marche
ESINO DOP

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) si presenta con una tenue colorazione giallo paglierina, abbinata ad un odore caratteristico e intenso e ad un sapore asciutto. Nella versione Frizzante (9,5% vol.), la tonalità si fa più decisa, l’odore si arricchisce di elementi fruttati e il sapore si fa fresco. Sia il Rosso…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.