Vini della Toscana
VALDARNO DI SOPRA DOP

La denominazione di origine protetta Val d’Arno di Sopra o Valdarno di Sopra identifica vini bianchi (anche Spumante di qualità), rossi, rosati (anche Spumante di qualità), passito, Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Sangiovese, Syrah, Sauvignon. È consentito anche l’utilizzo delle sottozone “Pietraviva” e “Pratomagno”, con le indicazioni contenute nel disciplinare.

Uvaggio

I vitigni principali per la produzione di vini Valdarno di Sopra variano a seconda della tipologia. Per i bianchi sono richiesti Chardonnay (dal 40 all’80%), Malvasia bianca lunga (da 0 a 30%) e Trebbiano Toscano (da 0 a 20%). Per rossi e rosati, invece, sono necessari Merlot (dal 40 all’80%), Cabernet Sauvignon (da 0 a 35%) e Syrah da 0 a 35%. Diversamente, per il passito bisogna utilizzare Malvasia Bianca Lunga (dal 40 all’80%) e Chardonnay (da 0 a 30%). In caso di specificazione di vitigno, a questo è riservata una quota minima dell’85%. Per tutte le tipologie possono essere utilizzati, per la quota percentuale restante, altri vitigni a bacca di colore analogo idonei alla coltivazione in Toscana.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco (11,50% vol.) si presenta color giallo paglierino, con profumo fine, delicato e sapore secco e armonico. La tipologia Rosso (12% vol.) si caratterizza per il color rosso rubino più o meno intenso, l’odore fine, fruttato e il gusto secco, pieno, armonico. Il Rosato (11,50% vol.), infine, alla vista è di color da rosa tenue e rosa intenso, abbinato a odore fine, delicato, fruttato e a gusto secco, armonico, delicato. I parametri possono variare in funzione del vitigno e della tipologia di vino: per una caratterizzazione più puntuale si rimanda alle informazioni contenute nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende il versante orientale e occidentale della Valle dell’Arno, tra la piana di Arezzo e i colli fiorentini.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola nell’area tra Arezzo e Firenze è datata nel I secolo a.C. dal “Naturalis Historia” di Plinio il Vecchio.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VALDARNO DI SOPRA DOP

Vini della Toscana
VAL d’ARBIA DOP

Il “Val d’Arbia” bianco (10,5% vol.) alla vista è color giallo paglierino tenue, con riflessi verdognoli, abbinato ad odore delicato, fine, fruttato e a gusto asciutto, fresco e armonico. La tipologia rosato (11% vol.) si presenta color rosa con riflessi rosso rubino; all’olfatto è vinoso, delicato, con intense note fruttate, mentre al palato risulta armonioso,…

Leggi di +

Vini della Toscana
VIN SANTO DEL CHIANTI CLASSICO DOP

Il “Vin Santo del Chianti classico”, sia base che Occhio di Pernice, hanno un tasso alcolometrico di 16% vol. La versione base presenta un colore giallo paglierino che può variare dal dorato all’ambrato, il profumo risulta etereo e intenso, il sapore invece va dal secco all’amabile, con una più pronunciata rotondità per il tipo amabile….

Leggi di +

Vini della Toscana
CHIANTI DOP

Il vino Chianti si presenta con vivace colore rubino, che invecchiando tende al granato. L’odore è intensamente vinoso, a volte accompagnato da profumo di mammola, e con il tempo lascia emergere un carattere di finezza. Il sapore è armonico, sapido, leggermente tannico e con l’invecchiamento si fa più morbido e vellutato. Il titolo alcolometrico minimo…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.