Vini della Toscana
SANT’ANTIMO DOP

Nella denominazione di origine protetta “Sant’Antimo” rientrano i vini: Bianco, Rosso (anche Novello), Vin Santo (anche Riserva), Vin Santo Occhio di Pernice (anche Riserva), Chardonnay, Sauvignon, Pinot grigio, Pinot nero, Cabernet sauvignon e Merlot.

Uvaggio

Per la produzione dei vini bianchi e rossi senza ulteriori specifiche è necessario utilizzare vitigni a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione in Toscana. Più puntuale, invece, la richiesta di base ampelografica per il Vin Santo (almeno il 70% di Trebbiano toscano e/o Malvasia bianca lunga) e il Vin Santo Occhio di Pernice (Sangiovese tra il 50% e il 70%, unito a Malvasia nera, tra il 30% e il 50%). Nelle produzioni monovitigno, infine, questo deve rappresentare almeno l’85% dell’uvaggio. In tutte le tipologie, entro i limiti delle quote restanti, è comunque ammesso l’uso di altri vitigni a bacca analoga, idonei alla coltivazione in Toscana.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Sant’Antimo bianco (11,5% vol.) è di colore giallo paglierino e si caratterizza per un odore delicato e gradevole e per un sapore asciutto, pieno e armonico. Il Rosso (12% vol.), invece, è di tonalità rubino, che invecchiando tende al granato; l’odore è vinoso e gradevole; il sapore è sapido, armonico e talvolta austero. L’aspetto del Vin Santo (anche nella versione Riserva) spazia dal paglierino dorato all’ambrato intenso, con odore etero e caratteristico e sapore armonico e vellutato, che nella variante amabile emerge con una rotondità più pronunciata; il titolo alcolometrico è di 16% vol. Il Vin Santo Occhio di Pernice (16% vol.), invece, è rosa, dall’intenso al pallido, con odore caldo e sapore dolce, morbido, vellutato e rotondo. Nelle varianti monovitigno, infine, emergono ulteriori peculiarità, rintracciabili nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è localizzata all’interno del comune di Montalcino, in un’area tipicamente collinare in località Sant’Antimo.

Specificità e note storiche

I vini Sant’Antimo prendono il nome dall’omonima abbazia, i cui monaci, già in tempi risalenti, producevano il vino, come attestano numerose testimonianze storiche.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO SANT’ANTIMO DOP

Vini della Toscana
MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA DOP

I vini “Valdinievole” hanno un tasso alcolometrico che varia da 11% a 12,5% vol. e raggiunge il 17% con il Vin Santo. I bianchi hanno un colore giallo paglierino tendente al dorato chiaro; il profumo è gradevole, con sentori di fiori e frutta, mentre il sapore risulta secco, armonico e persistente. Il Rosso base, il…

Leggi di +

Vini TOSCANA o TOSCANO IGP

Il Bianco (10% vol.) è di color tenue con riflessi sul verde oppure giallo paglierino, da leggero a più carico; l’odore è semplice e floreale e il gusto è leggermente acidulo. Il Rosso (11% vol.) ha un colore che si esprime nelle varie tonalità del violetto o del rubino, tendente al granato con la maturità;…

Leggi di +

Vini della Toscana
MONTECUCCO SANGIOVESE DOP

La colorazione rosso rubino, molto intensa, è la cifra distintiva dell’aspetto del Montecucco Sangiovese. Si accompagna a un odore caratteristico e fruttato e a un sapore armonico, asciutto e leggermente tannico. Il titolo alcolometrico raggiunge i 13,00% vol. La variante Riserva, invece, si presenta rosso rubino, tendente al granato. Ha un profumo caratteristico, ampio e…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.