Vini della Campania
ISCHIA DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Ischia” comprende le seguenti tipologie di vini: Bianco, anche superiore e spumante, Rosso, Forastera, Biancolella, Piedirosso o (Per’ e Palummo) e Piedirosso passito (o Per’ e Palummo passito).

Ischia DOP

Uvaggio

Il vino Ischia bianco e le sue varianti Superiore e Spumante sono prodotte utilizzando uve provenienti da vigneti composti da vitigni Forastera (per una quota tra il 45% e il 70%) e Biancolella (30-55%). Per i rossi, invece, il disciplinare prevede una quota tra il 40% e il 50% di Guarnaccia e una analoga di Piedirosso. I vini con indicazione di vitigno, invece, richiedono una percentuale minima dell’85% di uve corrispondenti. In tutte le produzioni, infine, è possibile colmare le quote restanti con altri vitigni a bacca di colore analogo e non aromatici, purché idonei alla coltivazione in provincia di Napoli.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

L’Ischia bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) e il Bianco superiore (11,5% vol.) si presentano con una colorazione giallo paglierino, la cui intensità varia a seconda delle produzioni; l’odore è vinoso, delicato e gradevole; il sapore è secco, armonico e di giusto corpo. La variante Spumante (11,5% vol.) si caratterizza per una spuma fine e persistente, ha odore delicato e gusto secco e fresco. Il Rosso (11% vol.) è di colore rubino, con odore vinoso e sapore asciutto, di medio corpo e giustamente tannico. Nelle varianti monovitigno (Forastera, Biancolella, Piedirosso o Per’ e Palummo e Piedirosso o Per’ e Palummo passito) si manifestano ulteriori caratteristiche, tipiche delle uve utilizzate, tutte puntualmente riportate nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con il solo territorio dell’Isola di Ischia ed è caratterizzata da un clima mite, influenzato dalla presenza del mare.

Specificità e note storiche

La viticoltura è approdata ad Ischia grazie agli antichi Eubei che l’hanno colonizzata.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino ISCHIA DOP

Vini della Campania
SANNIO DOP

L’ampia gamma di vini che rientrano nella denominazione fa si che le caratteristiche organolettiche espresse risultino altrettanto variegate. Le peculiarità di ciascuna produzione, puntualmente rintracciabili nel disciplinare, sono influenzate da differenti fattori: il vitigno prevalente, il metodo di vinificazione, la sottozona di produzione. In generale, però, tutti i vini Sannio risultano equilibrati e originali.

Leggi di +

Vini della Campania
CILENTO DOP

Il Cilento Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) si presenta color rubino, con odore caratteristico e vinoso, unito ad un sapore asciutto e delicato, che si fa più corposo e sapido nella variante Aglianico (12% vol.). Il rosato (11% vol.), invece, ha una tonalità rosa la cui intensità può variare con le diverse…

Leggi di +

Vini della Campania
TERRE DEL VOLTURNO IGP

I vini a Indicazione Geografica Protetta “Terre del Volturno” bianchi (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) alla vista sono di color giallo paglierino più o meno intenso, abbinato ad un profumo delicato, fruttato, caratteristico e un gusto secco, fresco e armonico. Il Rosso (11,50% vol.) ha color rosso rubino tendente al granata con l’invecchiamento,…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.