Vini del Lazio
ROMA DOP

Nella Denominazione di Origine Protetta “Roma” rientrano i vini: Bianco (anche nella versione amabile), Rosso (anche nella versione amabile), Rosso riserva, Rosato, Romanella spumante, Malvasia puntinata e Bellone. Per i vini prodotti nella zona più antica è prevista anche la variante Classico, da cui è però escluso il Romanella spumante.

ROMA DOP

Uvaggio

Il Bianco e il Romanella spumante vengono prodotti a partire da uve provenienti da vigneti composti al 50% (minimo) dal vitigno Malvasia del Lazio, al 35% (minimo) da Bellone, Bombino, Greco bianco, Trebbiano giallo e/o Trebbiano verde, e al 15% (massimo) da eventuali altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nel Lazio. Discorso analogo anche per Rosso e Rosato, per i quali sono richiesti Montepulciano (minimo 50%), Cesanese comune, Cesanese di Affile, Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Sirah (almeno il 35%, da soli o congiuntamente), insieme ad altri vitigni a bacca rossa (massimo 15%). Nei vini con indicazione di vitigno, invece, questo deve rappresentare l’85% delle uve totali e possono eventualmente concorrere altri vitigni a bacca analoga, identificati come sopra.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini bianchi della denominazione hanno tutti una colorazione giallo paglierino, che può essere più o meno carica e talvolta arricchirsi di riflessi verdognoli. Sono freschi e armonici, impreziositi da note fruttate e floreali. Nei rossi, invece, si evidenzia una colorazione rubino che può virare al granato invecchiando e può essere venata da riflessi violacei. Hanno buona struttura, accompagnata da sentori fruttati che sfumano negli speziati e sapore secco, armonico e persistente. Maggiore leggerezza e freschezza si hanno nel Rosato, con odore delicato e fine e sapore secco, fresco, fruttato e sapido. Infine, il Romanella Spumante è impreziosito da un perlage fine ed evanescente; l’odore è fine ed evanescente; il sapore armonico e vivace, con gusto da brut a extradry. Ulteriori specifiche sulle caratteristiche organolettiche sono rintracciabili nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nel Lazio centrale, in provincia di Roma.

Specificità e note storiche

La viticoltura romana, già presente fino dai primi anni di vita della città, è mutuata dagli Etruschi e ha conosciuto il suo perfezionamento a partire dal II secolo a.C.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino ROMA DOP

Vini del Lazio
APRILIA DOP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un colore giallo paglierino con lievi riflessi verdolini, l’odore è intenso con note floreali, il sapore è secco, intenso ed equilibrato. Il rosso invece (12% vol.), ha un colore rosso rubino con riflessi granati invecchiando, l’odore è intenso con sentori di frutta matura, il sapore…

Leggi di +

Vini del Lazio
COSTA ETRUSCO ROMANA IGP

I vini ad IGP “Costa Etrusco Romana” bianchi si presentano con un colore giallo, a volte tendente al dorato o al verdognolo, accompagnato da un profumo intenso, fruttato e un sapore dal secco al dolce, tipico, sapido, a volte vivace. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 11,50% vol. La tipologia rosso, invece,…

Leggi di +

Vini del Lazio
EST EST EST di MONTEFIASCONE DOP

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone, sia nella versione base che in quella Classico, si caratterizza per una colorazione giallo paglierino, che può risultare più o meno intensa. L’odore è caratteristico, fine e leggermente aromatico, mentre al palato risulta sapido, armonico e persistente, con una leggera vena amarognola e un gusto che può essere secco, abboccato…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.