Vini del Lazio
LAZIO IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Lazio” sono vini bianchi (anche frizzante, spumante, passito e vendemmia tardiva), rossi (anche novello, frizzante, spumante, passito e vendemmia tardiva) e rosati (anche frizzante, spumante, passito e vendemmia tardiva).

Uvaggio

L’IGP “Lazio” è riservata ai vini prodotti da vitigni idonei alla coltivazione nel Lazio. La specificazione del vitigno è consentita con una quota minima dell’85% di uve del corrispondente vitigno. Il restante 15% può essere ottenuto da altri vitigni idonei alla coltivazione nel Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) è di colore giallo, che a volte tende al dorato o verdognolo, con profumo fruttato e sapore secco, sapido. Nella variante Vendemmia tardiva (15% vol.), invece, è dorato e ha sapore vellutato. Il passito (16% vol.) tende all’ambra, con sapore dolce. Lo spumante (10% vol.) si distingue per il colore paglierino e la spuma persistente. Il rosso (11% vol.) è da rubino a granato, con odore fruttato e sapore armonico, mentre le varianti passito (16% vol.) e vendemmia tardiva (15% vol.) si differenziano per il gusto vellutato. La versione spumante (10% vol.) ha color rubino carico e spuma persistente. Il rosato (10,50% vol.), infine, è color cerasuolo con odore fine e sapore vellutato, mentre nella tipologia spumante ha riflessi violacei e spuma persistente.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione, che coincide con l’intera regione Lazio, è caratterizzata dalla presenza del litorale, delle colline dei distretti vulcanici e dell’Appennino.

Specificità e note storiche

La coltivazione della vite nelle due modalità principali, ad alberello o libera, caratteristiche della tradizione rispettivamente greca ed etrusca, si incontrano e mescolano nel Lazio, punto geograficamente strategico della penisola.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino LAZIO IGP

Vini del Lazio
LAZIO IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) è di colore giallo, che a volte tende al dorato o verdognolo, con profumo fruttato e sapore secco, sapido. Nella variante Vendemmia tardiva (15% vol.), invece, è dorato e ha sapore vellutato. Il passito (16% vol.) tende all’ambra, con sapore dolce. Lo spumante (10% vol.) si…

Leggi di +

Vini del Lazio
COLLI ALBANI DOP

Il Colli Albani bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.), comprese le tipologie Novello e Spumante, presenta una colorazione giallo paglierino, che varia dalle tonalità più chiare fino a quelle più scure. L’odore è vinoso e delicato, accompagnato da un sapore caratteristico e fruttato, che spazia dal secco all’abboccato, all’amabile e al dolce. La…

Leggi di +

Vini del Lazio
MONTECOMPATRI o COLONNA DOP

Tutti i vini della denominazione presentano un caratteristico aspetto giallo paglierino, la cui intensità può essere variabile. L’odore è vinoso, delicato e gradevole e al palato il gusto risulta secco o asciutto, amabile o dolce, caratteristico e armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11% vol. per la versione base e per il…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.