Vini del Lazio
GENAZZANO DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Genazzano” identifica l’omonimo vino laziale, prodotto sia nella variante bianco che il quella rosso.

Genazzano DOP

Uvaggio

Il Genazzano bianco viene prodotto con uve provenienti da vigneti con prevalenza di vitigno Malvasia di Candia. Per il Genazzano rosso, invece, il vitigno prevalente è il Ciliegiolo. In entrambe i casi, la quota di uve del vitigno indicato non può essere inferiore all’85%. Per la restante parte, non superiore al 15%, possono concorrere, da soli o congiuntamente, altri vitigni a bacca bianca o rossa, idonei alla coltivazione nel Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini Genazzano presentano equilibrio e buona struttura, con un’acidità normale e un amaro poco percepibile. L’aspetto del Genazzano bianco è giallo paglierino, con intensità variabile, impreziosito da riflessi verdognoli. L’odore è delicato, più o meno fruttato a seconda delle produzioni, e si accompagna ad un sapore sapido, vivace, fresco e armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è 11% vol. Nel Genazzano Rosso la colorazione è di un brillante e vivace rubino, di media intensità. Il profumo è vinoso e fruttato, fragrante, fresco e delicato, abbinato ad un sapore altrettanto vivace e fresco. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11,5% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione, situata nel’area orientale della regione Lazio, si trova nell’alta Valle del Sacco, alle pendici dei Monti Simbruini. Il clima è temperato di transizione, con precipitazioni abbondanti.

Specificità e note storiche

La viticoltura, nella zona di Genazzano, risale già al tempo dei romani, quando i vini di quest’area erano già rinomati e apprezzati. Una tradizione rafforzatasi nel Medioevo, come testimoniano gli Statuti Olibani (1364) che disciplinavano con precisione i territori da destinare a vigneti e le modalità della coltivazione, con riferimento all’area degli attuali comuni di Genazzano e Olevano Romano.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino GENAZZANO DOP

Vini del Lazio
CESANESE DEL PIGLIO o PIGLIO DOP

Rosso rubino con riflessi violacei, il Cesanese del Piglio è un vino dalla struttura buona e dal corpo pieno, che rilascia un intenso odore con sentori floreali e fruttati. Il sapore è secco e armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,00% vol. La variante Superiore, invece, si presenta rosso rubino, virando al…

Leggi di +

Vini del Lazio
COLLI CIMINI IGP

I vini ad IGP bianchi presentano un colore giallo con un odore fruttato e un sapore dal secco al dolce, sapido; il bianco novello si differenzia per il sapore da secco ad abboccato; il bianco vendemmia tardiva si distingue per il color giallo dorato; il bianco passito ha un colore giallo tendente all’ambra a seconda…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *