Vini d’Abruzzo
del VASTESE o HISTONIUM IGP

“del Vastese” o “Histonium” IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “del Vastese” o “Histonium” è riservata ai vini: bianchi, anche nelle tipologie frizzante e passito, rossi, con varianti frizzante, passito e novello, e rosati, con versioni frizzante e novello.

Uvaggio

I vini ad IGP “del Vastese” o “Histonium” devono essere ottenuti da uve provenienti da uno o più vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo. E’ possibile la specificazione di uno dei vitigni a bacca bianca: Chardonnay, Cococciola, Falanghina, Fiano, Garganega, Greco, Malvasia bianca lunga, Manzoni bianco, Montonico, Moscato, Passerina, Pecorino, Pinot bianco, Pinot grigio, Riesling, Sauvignon, Trebbiano, Vermentino, oppure, a bacca nera, Aglianico, Barbera, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Merlot, Pinot nero, Primitivo, Sangiovese, Syrah. Il relativo vino, però, deve essere ottenuto da uve provenienti per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. Possono poi concorrere vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione in Abruzzo, fino ad una quota massima del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini ad IGP “del Vastese” o “Histonium” bianchi (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,00% vol.), anche frizzanti si presentano di color giallo paglierino, odore fruttato e sapore secco. La tipologia passito (16,00% vol.) è tendente all’ambra a seconda dell’invecchiamento. Il rosso (10,50% vol.), anche frizzante, è di color rosso rubino, con un profumo fruttato e un sapore armonico. Il rosso novello (11,00% vol.) ha riflessi violacei, mentre la versione passito è tendente al granato ed ha sapore dolce. Il rosato (10,50% vol.), anche frizzante, è di color rosa, profumo persistente e sapore secco, mentre il rosato novello (11,00% vol.) si distingue per l’odore fruttato e il sapore fresco. I parametri possono variare in funzione del vitigno utilizzato.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende la parte a sud della provincia di Chieti, dove un’estesa fascia collinare, dal litorale, raggiunge i Monti Frentani.

Specificità e note storiche

Tra le testimonianze storiche più importanti sulla presenza della vite e del vino nell’area vastese spicca fra’ Serafino Razzi (1531-1611), sacerdote domenicano di Penne.

Vini d’Abruzzo
COLLI DEL SANGRO IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,00% vol.) e il bianco frizzante sono di color giallo paglierino ed emanano un profumo fruttato con un gusto secco, sapido; il bianco passito (16,00% vol.) si differenzia per il colore tendente all’ambra con l’invecchiamento. La versione rosso (10,50% vol.), anche frizzante, ha un color rosso rubino, un…

Leggi di +

Vini d’Abruzzo
COLLINE PESCARESI IGP

I vini ad IGP “Colline Pescaresi” devono essere ottenuti da uve provenienti da vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo. La specificazione di uno dei vitigni a bacca bianca (Biancame, Bombino, Chardonnay, Cococciola, Falanghina, Fiano, Greco, Malvasia, Manzoni bianco, Montonico, Moscato, Mostosa, Passerina, Pecorino, Pinot bianco, Pinot grigio, Riesling, Sauvignon, Sylvaner verde, Traminer, Trebbiano, Vermentino) o…

Leggi di +

Vini d’Abruzzo
TREBBIANO D’ABRUZZO DOP

Il Trebbiano d’Abruzzo (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol) nella sua versione base si presenta giallo paglierino, con odore caratteristico e profumo intenso e delicato; il sapore è asciutto, sapido, vellutato ed armonico. Nella versione Superiore (12% vol) e in quella Riserva (12,5% vol) si ritrovano le medesime caratteristiche di aspetto e note olfattive,…

Leggi di +

Vini d’Abruzzo
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOP

I Montepulciano d’Abruzzo sono vini dall’intensa colorazione rosso rubino, impreziosita da lievi sfumature violacee, che tende al granato con l’invecchiamento. L’odore, intenso ed etereo, è ricco di profumi di frutti rossi (nei vini giovani) e spezie (in quelli invecchiati). Il sapore è secco, pieno, armonico e giustamente tannico.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.