Valeriana o soncino

Coltivazione BIOlogica del Soncino
Valeriana o soncino

Come coltivare la valerianella in modo biologico La Valerianella (Valerianella locusta L) è un’insalata commestibile comunemente nota come Valeriana, Valerianella, Soncino o Songino che appartiene alla famiglia delle Valeriane. Nel canton Ticino in Svizzera è anche conosciuto come formentino.

Clima e terreno

Per sapere come coltivare la lattuga biologica in maniera biologica è necessario sapere che è molto coltivata negli orti familiari soprattutto per la sua resistenza al freddo e per una facile coltivazione anche in vaso e terrazzato.

Per quanto riguarda la scelta del terreno, la valerianella è una pianta poco impegnativa; si adatta ad altre colture sfruttando la fertilità che trova.

Seminare il Soncino

La semina del soncino è possibile tutto l’anno (ma è consigliata soprattutto nel mese di ottobre o tra febbraio e marzo), evitando i mesi invernali e può essere effettuata direttamente a spaglio gettando i semi nell’orto o nel vaso in terra.

Se invece si decide di seminare la semina consigliata a file, è di circa 5 cm tra le piantine e 25 cm tra le file.

Nell’uso familiare o per la vendita sui mercati locali questo ortaggio da taglio può essere seminato in modo scalare secondo necessità.

Chiaramente se coltivato in senso ampio bisognerà dare una pulizia regolare alle erbacce in maniera manuale; per colture più estese diventa economicamente non fattibile quindi si consiglia la tecnica della pacciamatura che migliora anche la qualità organolettica delle piante e diminuisce notevolmente il fabbisogno irriguo.

Raccolta del Soncino

Per la raccolta del si deve operare tagliando le foglie ad un centimetro dal colletto, in questo modo la pianta respinge e si possono fare più raccolti.

Ovviamente il momento della raccolta va deciso quando le foglie sono ancora tenere senza farle crescere troppo. Le foglie del soncino sono attaccate principalmente da lumache e lumache mentre le radici sono talpe.

Altra attenzione va posta al ristagno (e in questo senso la pacciamatura aiuta molto) perché l’insalata di mais risente del marciume radicale causato dai ristagni idrici e dagli attacchi della peronospora, con quest’ultima si possono adottare alcune tecniche di lotta biologica, utili risulta essere, per dare maggior vigore alla pianta l’uso di ortica macerata quando le piantine sono piccole per dare maggior vigore e forza.

RICETTE CON IL SONCINO

Utilizzo in cucina. La valeriana o soncino è un’ottima insalata da mangiare fresca, ma volendo si può anche cuocere come erbette o spinaci. Si tratta di una pianta ricca di proprietà interessanti, tanto da essere parente stretta di una pianta elencata tra le officinali, ed è nota soprattutto per la sua proprietà calmante.

USO TERAPEUTICO

Rimedio Naturale contro l’ANSIA: Macerato di valeriana: lasciate riposare 100 g di radici fresche in 1 litro d’acqua per 12 ore. Bevetene 2 tazzine al giorno

Rimedio Naturale contro l’ASMA: Infuso di lavanda o di valeriana: lasciate in infusione 2 cucchiai da minestra di fiori essiccati di lavanda – oppure 5 cucchiai da minestra di radici di valeriana – per 10 mn in un litro d’acqua. Filtrate e sorseggiatene 3 tazze durante la giornata

L’utilizzo di rimedi naturali, come quelli descritti, per problemi di salute di un certo peso, non può che essere un coadiuvante, magari per calmare i sintomi, e non deve escludere quindi il ricorso ai medicinali di sintesi! Prima di qualsivoglia cura fai da te ASCOLTATE SEMPRE IL VOSTRO MEDICO CURANTE.
Leggi le avvertenze d’uso

PRONTUARIO MEDICINA NATURALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.