Uso idrogeno per lo stoccaggio di energia elettrica in eccesso

IDROGENO PER STOCCAGGIO DI ENERGIA ELETTRICA IN ECCESSO

Le batterie non sono adatte per immagazzinare nel tempo grandi quantità di elettricità. Uno dei principali vantaggi dell’idrogeno è che può essere prodotto da energie rinnovabili (in eccesso) e può anche essere immagazzinato in grandi quantità per lunghi periodi di tempo. Lo stoccaggio di elettricità a breve termine in batterie per piccoli impianti si sta sviluppando in modo dinamico, tuttavia, lo stoccaggio a lungo termine di maggiori quantità di elettricità in eccesso richiede nuovi tipi di stoccaggio, come lo stoccaggio chimico sotto forma di idrogeno.

L’idrogeno può essere ottenuto per elettrolisi dall’elettricità prodotta con fonti rinnovabili in eccesso. Se c’è una corrispondente richiesta di energia, l’idrogeno può soddisfarla direttamente. Tuttavia, può anche essere immagazzinato in serbatoi alla rinfusa come gas pressurizzato e recuperato quando le scorte sono basse. L’idrogeno può anche essere convertito in altri vettori energetici. La conversione dell’elettricità rinnovabile tramite l’idrogeno in altri vettori energetici, il concetto Power-to-X (PtX), può tradursi in una serie di percorsi di utilizzo diversi.

Approfondimento:

AUTOBUS AD IDROGENO

AUTO VEICOLI AD IDROGENO

STAZIONI DI SERVIZIO ad IDROGENO

APPLICAZIONI IN AVIAZIONE CIVILE

APPLICAZIONI MARITTIME DELL’IDROGENO

IDROGENO suo STOCCAGGIO

IDROGENO NELL’INDUSTRIA

IDROGENO NEGLI EDIFICI

IDROGENO DA BIOMASSA

ELETTROLISI

Vedi anche @Hydrogen Europe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.