Transumanza, spostamento stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi
IHC Unesco

UNESCO ICH Intangible Cultural Heritage

Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Italia, Austria e Grecia

La transumanza, il trasporto stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi, è una forma di pastorizia.

Transumanza – Molise

Ogni anno in primavera e in autunno migliaia di animali vengono guidati da gruppi di pastori insieme ai loro cani e cavalli lungo percorsi divenuti oramai tradizionali tra due regioni geografiche e climatiche, dall’alba al tramonto. In molti casi, anche le famiglie dei pastori viaggiano con il bestiame.

Si possono distinguere due grandi tipi di transumanza: transumanza orizzontale, nelle regioni di pianura o di altopiano; e la transumanza verticale, tipicamente nelle regioni di montagna.

La transumanza plasma le relazioni tra persone, animali ed ecosistemi.

Comprende rituali e pratiche sociali condivise, cura e allevamento di animali, gestione della terra, foreste e risorse idriche e gestione dei pericoli naturali. I pastori transumanti hanno una conoscenza approfondita dell’ambiente, dell’equilibrio ecologico e del cambiamento climatico, poiché questo è uno dei metodi di allevamento più sostenibili ed efficienti.

Possiedono anche abilità speciali legate a tutti i tipi di produzione artigianale e alimentare coinvolti.

Le festività primaverili e autunnali segnano l’inizio e la fine della transumanza, quando i portatori condividono cibo, rituali e storie e introducono alla pratica le generazioni più giovani.

I capi pastori trasmettono il loro know-how specifico alle giovani generazioni attraverso le attività quotidiane, assicurando la continua vitalità della pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.