Campania
CARCIOFO DI PAESTUM IGP

Le note distintive del carciofo sono favorite dal lavoro degli agricoltori che mantengono da generazioni una tecnica di coltivazione fatta di cura e precisione. La piantina di carciofo è trapiantata in terreni adeguatamente arati tra la seconda metà di luglio e la fine di agosto ed è raccolta a mano nei mesi tra febbraio e maggio. Successivamente, il carciofo è confezionato nei medesimi luoghi di produzione e conservato a una temperatura di 4°C per un massimo di 72 ore.

View More Campania
CARCIOFO DI PAESTUM IGP

Campania
POMODORO SAN MARZANO DELL’AGRO SARNESE-NOCERINO DOP

Per coltivare il Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino occorre innestare le piantine entro il 15 Aprile di ogni anno (può protrarsi fino al 25 Maggio) e sistemarle in forma verticale. Nel periodo tra il 15 Luglio ed il 15 Ottobre viene effettuata, esclusivamente a mano, la raccolta seguita dalla lavorazione dei frutti. L’ultima fase prevede che i pomodori siano puliti, separati dalla pelle e trattati in base alla tipologia. Infine, il Pomodoro viene confezionato e posto in barattoli debitamente sigillati.

View More Campania
POMODORO SAN MARZANO DELL’AGRO SARNESE-NOCERINO DOP

Campania
PENISOLA SORRENTINA DOP olio EVO

Gli uliveti sono coltivati con le tecniche tradizionali e la raccolta viene effettuata entro il 31 dicembre. Tutti i procedimenti meccanici e fisici utilizzati non devono alterare le qualità delle olive. Quando è immesso al consumo, l’olio extravergine della Penisola Sorrentina è aromatico e presenta un sapore fruttato contraddistinto da un colore dal verde al giallo paglierino più o meno intenso.

View More Campania
PENISOLA SORRENTINA DOP olio EVO

Campania
COLLINE SALERNITANE DOP

Quando è immesso al consumo, l’olio Colline Salernitane è di un colore che va dal giallo al verde, unito ad un sapore fruttato con una leggera sensazione di amaro misto a piccante. L’acidità massima espressa secondo i parametri del disciplinare è pari a grammi 0,70 per 100 grammi di olio. Per ottenere queste caratteristiche, i produttori seguono il procedimento di oleificazione previsto nel disciplinare di produzione. Le olive, dopo essere state raccolte a mano con ausilio meccanico, sono molite entro il giorno successivo.

View More Campania
COLLINE SALERNITANE DOP

Campania
POMODORINO DEL PIENNOLO DEL VESUVIO DOP

Il Pomodorino è coltivato in pieno campo e le piante si sviluppano in verticale sostenute da paletti per non far cadere i frutti. La raccolta inizia a giugno e termina ad agosto e si realizza tagliando direttamente il grappolo. In seguito, i pomodori sono i legati tra loro con un filo, formando il “piennolo”, con questa forma, i frutti non si deteriorano e conservano le loro caratteristiche organolettiche. La raccolta è effettuata a mano, nel periodo compreso tra il 20 giugno ed il 31 agosto e la produzione unitaria massima è fissata in 25 tonnellate, rapportata ad ettaro di coltura specializzata.

View More Campania
POMODORINO DEL PIENNOLO DEL VESUVIO DOP

Campania
COLATURA DI ALICI DI CETARA DOP

Le alici per la produzione della Colatura di Alici di Cetara DOP, devono essere pescate con il metodo tradizionale, ovvero con il cianciolo o pesca a circuizione. Le alici vengono decapitate ed eviscerate manualmente, cioè “scapezzate” manualmente; è ammessa la incruscatura, che consiste nel lasciare, per massimo 24 ore, le alici già decapitate ed eviscerate, in salamoia. La salagione delle alici avviene sistemandole a mano, a strati alterni con sale marino, in contenitori di legno, detti “terzigni”, da 20 kg o botti di legno, fino ad un massimo di 200 kg di contenuto.

View More Campania
COLATURA DI ALICI DI CETARA DOP