Sensibilità ecologica degli apoidei verso colture in serra!

Colture in serra

L’uso di insetti per l’impollinazione in serra costiuisce una alternativa efficace in termini economici rispetto all’impollinazione manuale. Per molte coltivazioni agricole gestite in serra e altre tipologie di ambiente protetto, le specie del genere Bombus rappresentano gli impollinatori più diffusi, grazie al loro maggiore adattamento e alla resistenza a condizioni di confinamento, di alta temperatura ed umidità e grazie all’alta velocità di impollinazione.

Per la peculiare conformazione del corpo, inoltre, i bombi sono particolarmente efficienti nell’impollinazione del pomodoro e altre solanaceae che richiedono un energico scuotimento del fiore per consentire il rilascio del polline dalle antere (“Buzz pollination”). Il loro contributo è particolarmente rilevante anche per la coltura protetta del lampone.

Buoni risultati sono emersi in vari studi caratterizzati dall’utilizzo dei Meliponini (famiglia Apidi) per la produzione del pomodoro. Sebbene l’impollinazione di tale pianta possa essere prevalentemente anemofila e la maggior parte delle varietà coltivate sono autogame, il frutto con impollinazione aggiuntiva entomofila presenta una maggiore concentrazione di carboidrati, un maggior numero e qualità dei semi e migliori qualità organolettiche.

Attraverso la produzione di ormoni, infatti, il numero di semi può modificare e stimolare i processi di divisione ed espansione cellulare, aumentando la capacità di stoccaggio di solidi solubili nelle cellule. È bene ricordare, tuttavia, che la tribù dei Meliponini è costituita da specie alloctone da non utilizzare in Europa.

Un genere di apoidei con crescente impiego nelle colture protette (serra e tunnel) è l’Osmia, con caratteristiche e adattabilità superiori alle api per l’impollinazione di diverse ortive, della fragola e piccoli frutti. Il cetriolo è una delle coltivazioni più diffuse in serra, a causa della sensibilità e suscettibilità della specie alle variazioni delle condizioni ambientali, specialmente temperatura e umidità relativa. In ambiente protetto la coltivazione è praticata con ibridi di cetriolo partenocarpici che non necessitano di impollinazione entomofila. Studi a riguardo hanno dimostrato, tuttavia, che la resa delle varietà di cetriolo con semi (non partenocarpiche) aumenta con la presenza di insetti impollinatori.

Sensibilità ecologica degli apoidei verso le colture ortive!

La perdita di aree non tagliate, e prati subspontanei ricchi in origine di Leguminosae, e la tendenza all’utilizzo nelle successioni colturali di cultivar prive di fioritura hanno ridotto la qualità e la quantità di habitat di interesse apistico, con conseguente forte impatto negativo sugli apoidei selvatici e in generale sugli impollinatori animali.

Leggi di +

Sentiero Italia CAI CALABRIA 07° Tappa Passo del Mercante – Limina

Passo del Mercante – Limina Tappa di media distanza e dislivello prosegue sulla dorsale tra i versanti Jonico e Tirrenico della provincia di Reggio Calabria. Dal Passo del Mercante il percorso si alterna a tratti su strada asfaltata, strade sterrate e sentieri fino al Casello Barca, prosegue in un contesto caratterizzato da boschi di pino…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.