Sassi della Calvana PAT Toscana

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Toscana

Il prodotto in questione si richiama ai sassi dei Monti della Calvana e rispecchia la forma e le varianti di colore ed aspetto dei sassi stessi. Per ottenere ciò si utilizzano 4 diverse combinazioni di ingredienti naturali della Val di Bisenzio, che producono 4 diverse tipologie di biscotti, tutte comunque denominate Sassi della Calvana.

La forma è rotonda, colore paglierino variabile a seconda delle tipologie di ingrediente, dimensioni 3/4 cm tenendo conto della lavorazione artigianale del prodotto.

  • Il biscotto con farina di castagna ha evidenti richiami al sapore della castagna accompagnata con pinoli
  • Il biscotto con uvetta e Vin Santo profuma del prezioso vino dolce della nostra valle
  • Il biscotto con le nocciole si sposa con l’aroma dell’olio extravergine delle nostre colline
  • Il biscotto con l’olio extravergine delle nostre colline si abbina perfettamente con l’aroma dei limoni.

Attualmente i biscotti sono confezionati in sacchetti di carta finestrata da gr. 350, sigillati e con cavallotti recanti la denominazione e gli ingredienti
A seconda della tipologia di biscotto gli ingredienti vengono amalgamati nell’impastatrice per poi formare a mano palline di impasto che vengono poste in teglia ed infornate a 240° per 15 minuti.

Tradizionalità

I Sassi della Calvana si richiamano e si ispirano alla tradizione del territorio di origine. L’idea di base è quella di un preparato reso morbido dall’uso dell’olio d’oliva di produzione locale, per ingentilire con un tocco di qualità la caratteristica ricetta dei contadini della Calvana, zona antica di insediamento nella quale si è intrecciata la storia di un’agricoltura mezzadrile e quella delle ricche ville signorili, creando un punto d’incontro del gusto particolarmente interessante. Era nelle grandi cucine delle fattorie che infatti si incontravano, da una parte la semplicità e la creatività popolare, dall’altra la curiosità e la ricerca di sapori della villeggiatura. Il forno e la cottura, segreto delle massaie, si sposavano all’abbinamento del gusto valorizzando gli ingredienti che si proponevano, di stagione in stagione.

Produzione: La produzione è di circa 1700kg all’anno, principalmente venduta nella zona di produzione, ma con buone potenzialità per il futuro. Al momento vengono prodotti da un solo forno, a Vaiano. Il prodotto può essere degustato in occasione della manifestazione “Da Torre a Torre, camminata dei sapori su un itinerario sulla strada di mezzacosta in Calvana”, in programma la terza domenica di settembre.

Territorio di produzione

Comune di Vaiano

Tortello dolce di Pitignano PAT Toscana

Si tratta di un dolcetto di pasta sfoglia ripieno di un impasto di ricotta, zucchero e aromi vari. Ha la tipica forma del tortello salato. Per la preparazione del ripieno si mescolano, con una frusta, la ricotta, lo zucchero e il rosolio di cannella. Per la sfoglia si utilizzano farina, uova, vino bianco e zucchero….

Leggi di +

Pesca maglia rosa PAT Toscana

Di origine non accertata, probabilmente deriva da un seme della cultivar “J.H. Hale”; individuata dai fratelli Geminiani di Piangipane (Ravenna), è stata diffusa commercialmente dopo il 1940. Questa pesca veniva associata tradizionalmente al periodo della mietitura. Prima che avvenisse il miglioramento genetico del grano, a partire dal secondo dopoguerra, la mietitura cadeva intorno a fine…

Leggi di +

Schiacciata alla Fiorentina PAT Toscana

La schiacciata alla fiorentina è un dolce di forma rettangolare color oro internamente per la presenza di zafferano nell’impasto, mentre la superficie è bianca poiché cosparsa di zucchero a velo. Tipicamente lo zucchero viene sparso su di una maschera che lascia sulla schiacciata il disegno del Giglio di Firenze.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *