Puglia
CIPOLLA BIANCA DI MARGHERITA IGP

Scarica in formato PDF il DISCIPLINARE CIPOLLA BIANCA DI MARGHERITA IGP

Cipolla bianca di Margherita IGP

La Cipolla Bianca di Margherita IGP deriva dalla specie “Allium cepa L.”. I suoi ecotipi sono i seguenti: “Marzaiola” o “Aprilatica”, “Maggiaiola”, “Giugniese” e “Lugliatica”. Quando è immessa al consumo, la Cipolla si contraddistingue per il suo colore bianco cristallino e il suo sapore dolce. La sua forma è tondeggiante e la consistenza è croccante e tenera con un peso di circa 3,8 g.

Metodo di coltivazione

Per coltivare la Cipolla Bianca, il disciplinare prevede che la semina inizi ad agosto e termini a febbraio. I terreni sono irrigati secondo l’andamento delle piogge. La raccolta è effettuata a mano e confezionata esclusivamente nella zona di produzione.

Legame tra il prodotto e il territorio

La coltivazione della Cipolla Bianca ha origini già nel XIX secolo. La tecnica di coltivazione prevedeva che il seme fosse coltivato su un terreno sabbioso e la piantina fosse tenuta al riparo dagli agenti atmosferici per proteggere i bulbi. Questa tradizionale ed elaborata tecnica ha permesso di far arrivare fino ai nostri giorni la cipolla con le sue incredibili caratteristiche, che la contraddistinguono dagli altri prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.