Piemonte
CASTAGNA CUNEO IGP

Scarica in formato PDF il DISCIPLINARE CASTAGNA CUNEO IGP

CASTAGNA CUNEO IGP

La Castagna Cuneo IGP comprende i frutti che si ottengono dal castagno da frutto (Castanea sativa). La Castagna Cuneo ha un sapore delicato e una consistenza croccante e può essere consumata fresca e/o lavorata. Per essere immessa al consumo, la castagna non può presentare i seguenti difetti: tracce di bacatura, deformazione, rotture e tracce di pericarpo.

Metodo di coltivazione

La coltivazione della castagna si svolge in terreni ben drenati. La raccolta inizia nei primi giorni di settembre, termina a fine novembre e si realizza a mano o con ausili meccanici. La seconda fase dell’iter di produzione è la selezione dei frutti con l’esclusione di quelli guasti. I frutti scelti sono immersi nell’acqua per circa 7 giorni per consentire la fermentazione lattica e bloccare l’eventuale presenza di elementi patogeni. Poi, le castagne sono essiccate a fuoco lento in locali in muratura e, dopo circa 30 giorni, i frutti sono confezionati e immessi al consumo.

Legame tra il prodotto e il territorio

Il castagno ha trovato nella provincia di Cuneo il proprio habitat. I castagneti si trovano ad una altezza di massimo 1000 m e usufruiscono di tutti i benefici del clima salubre e fresco di montagna. La ricca presenza di castagni, insieme alla raccolta e alla vendita dei lori frutti, ha favorito nella zona un vivace mercato già a partire dal 1800. La raccolta delle castagne rappresentava un momento di grande convivialità per gli abitanti del posto che vivevano in villaggi molto piccoli. Oggi, la Castagna Cuneo è un frutto che, grazie alle sue note distintive, è conosciuto e apprezzato anche all’estero, arrivando le esportazioni fino agli Stati Uniti d’America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.