Patata di Leonessa PAT del Lazio

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del LAZIO

La patata (Solanum tuberosum) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle solanacee. Il tubero presenta forma sub-sferica, buccia di colore variabile dal beige al rossiccio e pasta variabile dal bianco al giallo, a seconda della varietà utilizzata. Nel comprensorio leonessano le varietà attualmente impegate e più produttive, sono: désirée a buccia rossa e pasta gialla, agria a buccia bianca e pasta gialla e marfona a buccia liscia bianca e pasta gialla; mentre la varietà maggiormente diffusa in passato era la Tonda di Berlino, importata intorno agli anno ’30.

Periodo di Produzione

Epoca di semina nel mese di maggio; epoca di raccolta fine settembre, inizio ottobre.

Mercato di riferimento

Prevalentemente locale

Grazie alle condizioni pedoclimatiche che caratterizzano l’altopiano leonessano, ed alla tecnica di coltivazione, la patata di leonessa presenta caratteristiche peculiari che ne fanno un prodotto di pregio: i tuberi sono ben formati e di giusta dimensione, la buccia è liscia ed alla cottura la pasta non assorbe acqua in eccesso.

Storia tradizionale del prodotto

Da sempre, nel comprensorio leonessano è diffusa la coltivazione della patata, che nel passato occupava superfici notevolmente più estese. Presso il paese di Leonessa ogni 2° domenica di ottobre viene organizzata la Sagra della patata di leonessa, oggi alla 15° edizione. Nell’ambito della Sagra viene attribuito un premio alla patata più grande. La patata di Leonessa è eccellente per la preparazione di gnocchi, che secondo le tradizioni culinarie locali, sposano bene con sughi di castrato o con il tartufo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.