Melissa, Melissa officinalis L.

NOME COMUNE: Melissa

Melissa

NOME SCIENTIFICOMelissa officinalis L.

FAMIGLIA: Lamiaceae

NOMI POPOLARI: Erba cedronella, Limoncella, Citronella, Erba limona, Menta de abis, Fior d’ap, Erba cedrata, Erba limoncina.

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Lemon Balm
  • (Fra) Mélisse officinale
  • (Ger) Zitronenmelisse
  • (Esp) Toronjil, Melisa

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta erbacea perenne alta fino a 60-80 cm con portamento a cespuglio e rami eretti ramificati alla base.
  • Foglie: di forma ovale e con margine dentato. Emanano un caratteristico profumo agrumato.
  • Fiori: piccoli e di colore bianco rosati, fioriscono da Giugno a Settembre.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: il nome Melissa deriva dalla parola greca “mèlitta” che significa ape, infatti è una delle migliori piante mellifere. Officinalis fa riferimento alle sue molteplici proprietà.

NOTE: l’olio essenziale di Melissa ha una resa molto bassa e per questo è un prodotto pregiato e costoso. Per ottenere 1 kg di olio essenziale servono circa 7700 kg di pianta fresca.

DOVE SI TROVA

HABITAT: cresce un po’ ovunque in tutta la zona del Mediterraneo, dalla pianura alla montagna fino a 1000 metri.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: le foglie si raccolgono in estate togliendo il picciolo ed il fusto più coriaceo; le sommità fiorite si raccolgono prima della completa fioritura della pianta (Maggio-Giugno) tagliando i fusti di circa 10 cm sotto l’infiorescenza.

UTILIZZO

PARTE UTILIZZATA: foglie e sommità fiorite.

COME SI USA IN COSMETICA: l’acqua di Melissa viene usata per tonificare, purificare e decongestionare la pelle. L’olio essenziale è consigliato per il trattamento topico dell’Herpes labiale in virtù delle sue potenti proprietà antibatteriche, antifungine ed antivirali.

COME SI USA IN CUCINA: grazie al suo aroma di limone, molto piacevole, può essere utilizzata per aromatizzare vari tipi di pietanze, nella preparazione di gustose misticanze, nei liquori e in pasticceria.

PROPRIETA’ E BENEFICI

COMPONENTI

  • Olio essenziale
  • Flavonoidi
  • Mucillagini
  • Acid polifenolici
  • Tannini

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà benefiche della Melissa sono:

  • Rilassante, sedativa
  • Scioglie gli spasmi dell’apparato digerente
  • Favorisce la digestione
  • Contrasta la formazione di gonfiori e fermentazioni (azione carminativa)
  • Antiossidante
  • Antinausea

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcuni utilizzi, quando assumerlo e la posologia.

  • Infuso: mettere un cucchiaio di erba secca in una tazza di acqua bollente e lasciare riposare per 10 minuti. Filtrare e bere 2/3 tazze al giorno.
  • Tintura madre (Soluzione Idroalcolica): 50-60 gocce 2 volte al giorno, sciolte in acqua
  • Acqua di Melissa: 6 cucchiai grandi al giorno.
  • Estratto secco titolato min. 2% in acido rosmarinico: 300-600 mg al giorno.

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Disturbi digestivi di origine psicosomatica
  • Spasmi e dolori di stomaco ed intestino
  • Gonfiore e meteorismo
  • Ansia, nervosismo, irritabilità
  • Palpitazioni derivanti da stress
  • Nausea, vomito, mal d’auto, mal di mare

CONTROINDICAZIONI: evitare in caso di ipotiroidismo ed assunzione di ormoni tiroidei di sintesi. Sconsigliata in gravidanza, allattamento e nei soggetti con ipersensibilità individuale alla pianta.

Proprietà e beneficie della melissa

Le foglie di melissa, ricche di olio essenziale, che conferisce alla pianta un aroma gradevole e il sapore del limone, sono impiegate negli stati d’ansia con somatizzazioni a carico del sistema gastroenterico. Per la sua azione antispasmodicaantinfiammatoria e carminativa è indicata in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza crampi addominali e colite.

Questa pianta è utilizzata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa, grazie alla presenza dell’olio essenziale (0,5%) che agisce come calmante sul sistema nervoso, e rilassante su quello muscolare. Il suo uso è particolarmente indicato, perciò, in presenza di un quadro d’irritabilità generale, insonnia causata da stanchezza eccessiva, nervosismo, sindrome premestruale, e tachicardia su base funzionale. 

L’estratto di foglie fresche di melissa possiede attività antivirale, dovuta alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, contro Herpes simplex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.