Vini di Liguria
ORMEASCO DI PORNASSIO o PORNASSIO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO ORMEASCO DI PORNASSIO – PORNASSIO DOP

Ormeasco – Ormeasco di Pornassio DOP – Liguria

“Pornassio”, conosciuta anche come “Ormeasco di Pornassio”, è una Denominazione di Origine Protetta che identifica cinque diverse tipologie di vini: Rosso, Rosso superiore, Sciactrà, Passito e Passito liquoroso.

Uvaggio

Tutti i vini Pornassio sono prodotti utilizzando uve provenienti da vigneti composti dai vitigni Ormeasco o Dolcetto, per una percentuale non inferiore al 95%. Il restante 5% può essere eventualmente ottenuto da altri vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici e idonei alla coltivazione in Liguria.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Una tonalità rubino estremamente viva è il carattere distintivo dell’aspetto del Pornassio rosso (11% vol.); l’odore è caratteristico, persistente e vinoso; il sapore risulta asciutto, gradevole, di medio corpo e attraversato da una vena amarognola. Più delicato, invece, il profumo della variante Superiore, che al palato ha un gusto che si presenta secco, persistente, arricchito da un possibile sentore di legno. Il Passito (16,5% vol.) ha un colore rosso rubino che tende al granato, abbinato a un odore intenso e persistente e a un sapore dolce, pieno e altrettanto durevole. Nella variante Passito liquoroso (18% vol.) la tonalità è granata, la persistenza dell’odore si rafforza ulteriormente e il gusto si arricchisce di una nota sapida. Infine, lo Sciactrà (10,5% vol.) ha un originale aspetto tra il rosato e il corallo, con odore vinoso, arricchito da un profumo delicato, gradevole e caratteristico, e sapore secco, fresco e armonico.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nella parte ovest della Liguria ed è tutta ricompresa nella provincia di Imperia.

Specificità e note storiche

La diffusione della vite nell’area dell’alta Valle Arroscia risale probabilmente all’alto medioevo, come conseguenza dell’espansione delle coltivazioni già presenti nella vicina Valle del Tanaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.