Site icon ViVi GREEN

IDROGENO Applicazioni Marittime

Come nel settore dell’aviazione, le celle a combustibile vengono attualmente testate come fornitori di energia per l’alimentazione di bordo. La capacità funzionale dei moduli di celle a combustibile è stata testata con successo in condizioni marittime (e4ships 2016).

APPLICAZIONI MARITTIME
Nell’industria navale i motori diesel sono utilizzati quasi esclusivamente oggi. Le navi oceaniche utilizzano olio combustibile pesante o diesel marino come carburante, mentre le navi della navigazione interna, ad esempio all’interno dell’UE, utilizzano gasolio commerciale. Ad oggi l’unica opzione di propulsione alternativa pertinente per l’industria navale è l’uso di gas naturale liquefatto (GNL) o gas naturale compresso (CNG) per alimentare le navi.

Come nel settore dell’aviazione, le celle a combustibile vengono attualmente testate come fornitori di energia per l’alimentazione di bordo. La capacità funzionale dei moduli di celle a combustibile è stata testata con successo in condizioni marittime (e4ships 2016). Le celle a combustibile funzionano in modo più efficiente rispetto ai gruppi elettrogeni diesel comparabili, in particolare nella fascia di carico parziale e grazie alla possibilità di generazione combinata di calore ed energia. È possibile ridurre le emissioni di inquinanti atmosferici e acustici nei porti. In molti casi le celle a combustibile non funzionano con l’idrogeno ma con altri combustibili, incluso metanolo, gas naturale o gasolio. Questi offrono i vantaggi di una maggiore disponibilità, un prezzo inferiore e una conservazione più semplice. Vengono convertiti in idrogeno con l’aiuto di riformatori interni o esterni.

L’uso di celle a combustibile alimentate a idrogeno per la propulsione delle navi, al contrario, è ancora in una fase iniziale di progettazione o di prova, con applicazioni su navi passeggeri, traghetti o imbarcazioni da diporto più piccole. La cella a combustibile a bassa e alta temperatura (PEMFC) e la cella a combustibile a ossidi solidi (SOFC) sono considerate i tipi di celle a combustibile più promettenti per applicazioni nautiche (EMSA 2017).

Finora, tuttavia, nessuna cella a combustibile è stata adattata e utilizzata su grandi navi mercantili.

Inoltre, rispetto all’efficiente motore diesel a bassa velocità, che funziona con olio combustibile pesante, l’apparato propulsore e il carburante sono ancora troppo costosi. Inoltre, devono ancora essere sviluppati standard tecnici internazionali per utilizzare combustibili gassosi (come l’idrogeno) (Würsig / Marquardt 2016).

I sottomarini sono un’applicazione di nicchia delle celle a combustibile. Ad esempio, gli elettrolizzatori sono stati utilizzati da tempo nei sottomarini per produrre ossigeno per l’aria respirabile. I sottomarini azionati con celle a combustibile sono stati sviluppati negli Stati Uniti e in Germania. I sottomarini sviluppati in Germania utilizzano celle a combustibile PEM e depositi di idrogeno a idruro di metallo. In termini di applicazioni sottomarine, le celle a combustibile sono caratterizzate da basse emissioni di rumore, basse temperature di esercizio e funzionamento indipendente dall’aria. Tuttavia, il “mercato” dei sottomarini è molto piccolo, e anche in futuro non crescerà oltre una dimensione di nicchia.

Per approfondire l’argomento:

AUTOBUS AD IDROGENO

AUTO VEICOLI AD IDROGENO

STAZIONI DI SERVIZIO ad IDROGENO

APPLICAZIONI IN AVIAZIONE CIVILE

IDROGENO NELL’INDUSTRIA

IDROGENO NEGLI EDIFICI

IDROGENO DA BIOMASSA

PRODUZIONE D’IDROGENO CON RINNOVABILI

STOCCAGGIO ENERGIA IN ECCESSO

Vedi anche @Hydrogen Europe

Exit mobile version