GLI HABITAT E LE SPECIE PRINCIPALI IN EUROPA

OGNI SPECIE SELVATICA possiede un habitat o una serie di habitat preferiti in cui nutrirsi, riposare, riprodursi e crescere la prole. In Europa, se consideriamo le modeste dimensioni del continente, la diversità degli habitat è incredibilmente elevata.

Si va dalle folte foreste alle sconfinate praterie, dalle brulle pareti rocciose alle grotte e dai fiumi impetuosi ai tranquilli corsi d’acqua.

Alcune parti d’Europa sono ancora occupate da ampie zone umide con torbiere a nord, terreni paludosi e acquitrinosi nelle regioni pianeggianti o estuari e delta fluviali lungo la costa.

A sua volta la lunga fascia costiera è spettacolare. In alcuni luoghi, vertiginose falesie si tuffano a picco in mare, in altri interminabili spiagge, paludi salmastre e dune mobili si stagliano all’orizzonte.

Seguono a ruota le tante isole incastonate al largo dei mari d’Europa, una più bella dell’altra: la maggior parte è caratterizzata da un mosaico di habitat e specie selvatiche unico nel suo genere, inesistente altrove.

Gli arcipelaghi

Gli arcipelaghi delle Canarie, delle Azzorre e di Madeira ne sono un tipico esempio. Grazie alla loro straordinaria ricchezza di specie animali e vegetali endemiche, sono considerate uno dei più importanti punti caldi di biodiversità in Europa, forse nel mondo intero. Le sole Canarie ospitano più di 14 000 specie: quasi la metà delle specie animali e un quarto di quelle vegetali sono endemiche.

Riconoscendo la necessità di conservare gli habitat di elevato pregio ecologico, non solo per il valore intrinseco che possiedono ma anche per assicurare la sopravvivenza di migliaia di specie animali e vegetali rare e minacciate che da essi dipendono, l’Unione europea ha creato la rete europea di siti Natura 2000.

Natura 2000 protegge più di 1000 specie e 230 tipi di habitat considerati “di interesse comunitario”, che non comprendono solo quelli vulnerabili o in via d’estinzione, ma anche tutta una serie di piante, animali ed ecosistemi rari, endemici o a distribuzione limitata o, nel caso dei tipi di habitat, tipologie molto rappresentative di una specifica regione che l’UE ha il preciso dovere di proteggere.

FONTE @NATURA 2000 – Proteggere la biodiversità in Europa

Ripristinare ecosistemi acqua dolce

Il quadro giuridico dell’UE in materia di acque è ambizioso ma l’attuazione è in ritardo e il controllo dell’applicazione deve essere rafforzato. Al fine di conseguire gli obiettivi della direttiva quadro sulle acque occorre adoperarsi di più per ristabilire gli ecosistemi di acqua dolce e le funzioni naturali dei fiumi. Uno dei modi per farlo…

Leggi di +

Legge 20 febbraio 2006, n.96 – Disciplina dell’Agriturismo

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16  marzo 2006 Art. 1. – Finalità 1. La Repubblica, in armonia con i programmi di sviluppo rurale dell’Unione europea, dello Stato e delle regioni, sostiene l’agricoltura anche mediante la promozione di forme idonee di turismo nelle campagne, volte a: a) tutelare, qualificare e valorizzare le risorse specifiche di ciascun territorio;…

Leggi di +

Origine dello 0!

Fu in particolare Leonardo Fibonacci a far conoscere la numerazione posizionale in Europa: nel suo Liber abbaci, pubblicato nel 1202, egli tradusse sifr in zephirum; da questo si ebbe il veneziano zevero e quindi l’italiano zero. Anche il termine cifra discende da questa stessa parola sifr. Tuttavia già intorno al 1000, Gerberto d’Aurillac (poi Papa…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.