Frittelle o sgonfietti PAT Emilia Romagna

Prodotto Agroalimentare Tradizionale dell’Emilia Romagna

fritell o sgiunfaitt

Farina bianca, burro, acqua, scorza di limone, uova, zucchero a velo. Fare bollire 4 hg. d’acqua con 40 gr. di burro e il sale, aggiungere 2 hg. di farina, mescolare e far cuocere per 10 minuti circa. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare mescolando. Aggiungere un pezzo di scorza di limone, il tuorlo d’uovo e rimescolare fino a quando sia perfettamente assorbito; aggiungere l’albume d’uovo montato a neve e così di seguito fino ad avere aggiunto 4 uova; finire con due tuorli. Fare friggere a cucchiaiate in abbondante strutto. Spolverare le frittelle con zucchero a velo. L’impasto può essere fatto meccanicamente con apposite impastatrici, sia per uso domestico che per uso industriale

Tradizionalità

Per le frittelle o sgonfietti esiste una infinità di ricette con varianti da famiglia a famiglia. Dolci tipici un tempo venduti soprattutto nei giorni di mercato agli angoli delle piazze.

Referenze bibliografiche

Artocchini, “400 ricette della cucina piacentina” editore Gino Molinari. Piacenza, 1977; Pag. 99.

Territorio di produzione

Intera provincia di Piacenza

Torta scema PAT Liguria

È una torta di riso cucinata con ingredienti poveri e per questo detta scema. Si presenta rotonda con un diametro di circa 40 cm e viene cotta in una teglia di rame stagnato nel forno a legna. È un piatto leggero ma estremamente gustoso.

Zona di produzione:Sarzana (La Spezia)
Curiosità:La ricetta della torta scema è arrivata…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *