Fiorone di Torrecanne PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Il “fiorone di Torre Canne“, in dialetto Culumbr, è l’infiorescenza della pianta della varietà “Petrelli”, tipica della piana di Torre Canne, una frazione del comune di Fasano (Brindisi).

Fiorone di Torrecanne PAT

Caratteristiche

Si tratta di uno dei prodotti vegetali pugliesi di più “antica tradizione”, al quale sono dedicate la sagra di Pezze di Greco (che si tiene a metà Giugno), e una poesia di Andrea Conversano titolata “Allì culumbrair” (i culumbrair sono i coltivatori del fiorone).

Il fiorone di Torre Canne ha:

  • una forma piriforme;
  • una dimensione medio-grande;
  • la sua buccia è verde brillante;
  • tende al violaceo quando il frutto è a completa maturazione;
  • la polpa è dolcissima, carnosa e presenta una tonalità che va dal rosa pallido al rosso intenso.

Raccolta

Quando il fiorone di Torre Canne è al culmine della maturazione, la sua buccia presenta delle screpolature longitudinali, dalle quali si intravede la membrana interna che racchiude gli acheni. Il periodo di raccolta del fiorone di Torre Canne va da fine Maggio a fine Giugno ed avviene nelle prime ore della mattina, perché il caldo rende la buccia troppo fragile e facilmente lacerabile. Dopo la raccolta, i fioroni sono sottoposti a refrigerazione per un periodo che va da 7 a 12 giorni, quindi vengono posizionati in cassette di legno e suddivisi l’uno dall’ altro con le foglie trilobate della loro pianta.

Degustazione

Il fiorone di Torre Canne non è sottoposto ad alcun trattamento e viene venduto fresco. Questo prodotto è così buono che può essere consumato da solo ma, per esaltarne al meglio il sapore, si consiglia di abbinarlo al prosciutto crudo (come quello che viene prodotto a Faeto, in provincia di Foggia).

Cime di zucchina BAT PAT

La primavera e l’estate rappresentano il periodo ideale per raccogliere e consumare come ortaggio anche le “cime di zucchina” o “talli di zucchina”, cioè gli steli della pianta, assieme alle foglie più piccole e ai piccioli. Le cime di zucchina vengono tradizionalmente utilizzate quasi esclusivamente in alcuni territori del Sud Italia. Nel dialetto pugliese vengono…

Continua a leggere

Cime di rapa di Minervino Murgie BAT PAT

La cima di rapa (Brassica rapa subsp. sylvestris var. esculenta) è un ortaggio tipicamente italiano. Per la sua caratteristica di vegetare e produrre con basse temperature è considerato un ortaggio autunnale o invernale, di cui si consiglia l’uso per il contenuto in sali minerali, vitamine e fattori antiossidanti. La cima di rapa è largamente utilizzata e…

Continua a leggere

Cime di rapa PAT

Le cime di rapa sono una verdura molto conosciuta e consumata in Puglia, soprattutto durante la stagione invernale. Il loro sapore è delicato ma leggermente amarognolo, e tuttavia molto gradevole. Si raccolgono, come già detto, durante la stagione invernale, prima che giungano a fioritura. Vi è mai capitato, nel corso di una passeggiata in Puglia…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.