Farro dei Monti Lucretili PAT Lazio

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del LAZIO

Il Farro dei Monti Lucretili presenta cariosside molto simile al grano, ma più allungata. La macinazione avviene a pietra in un mulino ad acqua sito nel comprensorio dei Monti Lucretili. La semina comincia all’inizio della primavera (fine marzo) e la raccolta si effettua verso il 20 agosto.

CENNI STORICI

Il Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili presenta un paesaggio di tipo spiccatamente pre-appenninico, che ha concorso alla formazione e alla coesistenza di particolari produzioni come quella del Farro. Elemento essenziale nella dieta delle popolazioni arcaiche, tanto che anche i prigionieri o gli schiavi della Roma Repubblicana, si narra, avessero diritto a una libbra (circa trecento grammi) di Farro al giorno, e persino i legionari di Cesare si dice che partissero con un pugnetto di Farro nella bisaccia. Nel territorio in esame il Farro dei Monti Lucretili ha trovato il microclima ideale da tempo immemore anche se oggi se ne registra la produzione a livello privato e solo per autoconsumo. Dal 1989 presso il comune di Licenza nella prima decade di ottobre, si tiene la storica Sagra Elle Sagne ‘e Farre.

Territorio di produzione

Provincia di Roma: Licenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.