Falso parsuto, prosciutto di petto d’oca PAT Veneto

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del Veneto

Il “falso parsuto” è formato da due petti d’oca completi di pelle, sovrapposti, arrotolati e cuciti assieme in modo da formare un unico pezzo. Salati, speziati, parzialmente stagionati ed infine insaccati, i petti subiscono una prolungata affumicatura che fa assumere alla carne un sapore inconfondibile, che combina il gusto dolciastro dell’oca con l’aroma dei legni e delle bacche utilizzati. Le fette si presentano con una parte centrale di colore rosso intenso ed una parte esterna di colore bianco simile al lardo.

I petti d’oca vengono salati a secco e aromatizzati manualmente, quindi vengono sovrapposti e cuciti assieme a due a due. Riposti in appositi contenitori e pressati per alcuni giorni, assorbono il sale e glaromi prima di venire asciugati all’aria e successivamente affumicati. Quest’ultimo processo dura alcuni giorni e consiste nel riporre i petti in apposite stanze dove vengono avvolti dal fumo prodotto dalla combustione delle essenze legnose di abete, faggio, ginepro, alloro o altre essenze a seconda delle usanze. La conservazione avviene per circa tre mesi in luoghi che garantiscano un giusto livello di umidità e temperatura. Il “falso parsuto” va consumato tagliato in fette sottili e si utilizza solitamente accompagnato con crostini di pane.

Tradizionalità

La produzione di petti d’oca affumicati è tipica della Bassa Padovana, dove l’oca era un tempo molto diffusa e rappresentava una riserva alimentare sostanziale per l’inverno. La tecnica di produzione del “falso parsuto”, il petto d’oca affumicato, appartiene dunque alla tradizione alimentare locale che, grazie al lavoro di alcuni estimatori, continua a essere trasmessa con gli stessi metodi.

Territorio interessato alla produzione: Comuni di Montagnana, Saletto, Este, Ospedaletto Euganeo, Urbana, Megliadino San Vitale, Megliadino San Fidenzio, Casale di Scodosia, Sant’Elena d’Este, Solesino, Stanghella, Vescovana, Barbona, Villa Estense, Granze, S. Urbano, Carceri, Ponso, S. Margherita d’Adige, Piacenza d’Adige, Merlara, Castelbaldo, Masi, tutti in provincia di Padova.

Aperitivo Analcolico al Gusto di Ginger PAT Veneto

L’Aperitivo Analcolico al Gusto di Ginger PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale) del Veneto è una bevanda unica che combina tradizione e innovazione. Questo aperitivo è caratterizzato da un sapore rinfrescante e speziato, perfetto per chi desidera godere di un drink senza alcol. Il riconoscimento come PAT testimonia l’importanza culturale e gastronomica di questa bevanda nel Veneto.

Continua a leggere

Cotechino del basso vicentino PAT Veneto

La produzione del cotechino è tipica dei comuni del basso vicentino dove si realizza con numerose varianti. Molte testimonianze storiche provengono da quei comuni di pianura, protesi verso il Veronese, caratterizzati da una storia di povertà, isolamento e famiglie particolarmente numerose. È proprio in quest’ambito che si inserisce la cultura familiare del “far sù el…

Continua a leggere

Ciccioli della Val Leogra PAT Veneto

I ciccioli o “sossoli” sono frammenti cotti di tessuto carnoso che sostengono la parte grassa del maiale. Sono dei piccoli cubetti di colore rosato che con la cottura diventano scuri e croccanti, molto saporiti e calorici.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *