Cipolla piatlina di Andezeno PAT del Piemonte

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del PIEMONTE

La Cipolla Piatlina di Andezeno è un ecotipo autoctono che cresce bene in questa zona in quanto i terreni sono caratterizzati da un elevato contenuto in sabbia e limo e, pertanto sciolti e leggeri. E’ una cipolla che si distingue per la polpa particolarmente tenera ( di rapida cottura) e per l’elevata conservabilità. La tenerezza rappresenta, ai fini dell’utilizzo in cucina un pregio; mentre questa diviene commercialmente un difetto poichè la rende poco adatta alle manipolazioni.

Territorio di produzione

La zona di produzione comprende il comune di Andezeno e i comuni limitrofi in provincia di Torino.

Metodo di preparazione

La semina avviene tra dicembre e marzo. La raccolta, rigorosamente manuale, è effettuata tra fine luglio e i primi di agosto e deve essere rigorosamente manuale perché, a differenza delle varietà più comuni, la polpa è più tenera e si danneggia facilmente. Proprio per la lunga tradizione colturale, i coltivatori della zona producono il seme in azienda, selezionando i bulbi migliori che vengono, poi, ripiantati nell’inverno.

Storia

Secondo fonti orali, ad Andezeno, la coltivazione delle cipolle è plurisecolare e questa tradizionale vocazionalità ha indotto la creazione di diverse selezioni locali di cipolle con caratteristiche che si differenziano dalle altre comuni varietà in commercio nel mondo. Presso il Comune di Andezeno annualmente si svolge la Sagra del cardo e della cipolla che nel 2013, per quanto attiene alla cipolla, è giunta alla XVII edizione.

Curiosità

La Cipolla piatta si presta bene alla cottura in forno, e per tutti gli usi della cucina tradizionale piemontese (zuppa di pane e cipolle, frittata di cipolle, torta di cipolle sia salata che dolce).

Tomino del Bot PAT

In dialetto piemontese il termine Bot ha anche il significato di “di un tempo”, “di una volta”, sta quindi a significare un formaggio che si produce nello stesso modo rispetto a quanto si faceva in tempi passati. Il Tomino del Bot è un formaggio a latte vaccino intero o parzialmente scremato per affioramento a pasta…

Leggi di +

Pere delle Valli di Lanzo PAT

Fra le varietà estive Brut e bon d’istà e Prussotin dla Giòia hanno ottime caratteristiche organolettiche, ma pezzatura ridotta. Merita di essere menzionata anche Pruss dël bur, l’unica varietà estiva ad avere ancora una discreta diffusione. Le cultivar a maturazione estiva sono quelle che hanno subito maggior “erosione genetica” nel tempo per la forte concorrenza…

Leggi di +

Tomino canavesano fresco PAT

Il Tomino Canavesano Fresco è un formaggio a latte vaccino intero, a coagulazione lattica o acidopresamica dalla caratteristica pasta morbida spalmabile, già pronto per il consumo il giorno successivo alla produzione. La forma è cilindrica nel formato singolo, ma è tipicamente presente la forma detta “Tomino a rotolo” dove si uniscono 6 tomini in una…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.